Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
54A/13 I Quaderni delpraticante Avvocato - Diritto Internazionale Privato e Processuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XI, pag. 192 € 16,00</span> 47/6 Le Politiche dell'Unione europea<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XII, pag. 272 € 19,00</span> 47/4 Compendio di Diritto dell'Unione europea<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XX, pag. 368 € 22,00</span> 45/1 Compendio di Diritto Internazionale Privato e Processuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXI, pag. 288 € 20,00</span> 516/1 Codice breve dell'Unione Europea (Editio minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XI, pag. 2208 € 26,00</span> 46/8 Compendio di Diritto Internazionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VII, pag. 320 € 19,00</span> 516 Codice del Diritto Internazionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XI, pag. 992 € 34,00</span>
GAI
GATT
Gazzetta ufficiale delle Comunità europee
GEIE
General Agreement on Tariffs and Trade
Genetic Resources in Agricolture
Genscher Hans Dietrich
Genscher-Colombo
Gerarchia degli atti comunitari
Germania
GFIM
Gioventù
Gioventù per l’Europa
Giurisprudenza di Cassis de Dijon
Giustizia e affari interni
Globalizzazione dell’economia
Governatori delle banche centrali
GRA
Gran Bretagna
Grandi centri di informazione sull’Europa
Grecia
Groenlandia
Grotius
Gruppi ad hoc
Gruppi di Forze Interarmate Multinazionali
Gruppi di studi e mobilitazione
Gruppi politici del Parlamento europeo
Gruppo Antici
Gruppo del canguro
Gruppo di lavoro informale
Gruppo di riflessione
Gruppo di Rio
Gruppo di Trevi
Gruppo di Visegrad
Gruppo Europeo di Interesse Economico
GSM
GUCE




Se hai apprezzato il nostro dizionario online, puoi acquistare
LX47 Lexicon di Diritto dell'Unione Europea

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario dell\'Unione Europea
Gerarchia degli atti comunitari

I trattati istitutivi non introducono alcuna forma di gerarchia tra gli atti comunitari (v.), né per diversità di rango né di valore formale. Il Trattato CE, all’art. 249, indica i mezzi che le istituzioni comunitarie devono adottare per svolgere la propria azione, strumenti differenziati in ragione della natura, del livello di azione prescelta e delle finalità che si intendono perseguire. Quando il trattato non indica il tipo di atto da adottare, la scelta è lasciata alla discrezionalità delle istituzioni.
Nemmeno la diversa procedura di adozione degli atti comunitari può costituire una condizione di differenziazione gerarchica, poiché essa cambia a seconda delle materie da trattare, non a seconda del tipo di atto.
La questione della gerarchia degli atti comunitari è stata spesso oggetto di discussione, tanto che la Dichiarazione n. 16 allegata al Trattato di Maastricht (v.) auspicava che la Conferenza intergovernativa del 1996 (v. CIG) esaminasse il problema riconsiderando la classificazione degli atti comunitari “…per stabilire un’appropriata gerarchia tra le diverse categorie di norme…”.
Il tema era stato già affrontato in precedenza, durante i primi dibattiti del 1990 sulla possibilità di inserire la procedura di codecisione (v.) nel trattato.
L’idea era quella di far corrispondere ai vari tipi di atti uno specifico processo decisionale, in modo da evitare che una procedura più complicata potesse essere applicata ad atti d’importanza secondaria.
In seguito la Commissione, durante i negoziati sul Trattato di Maastricht, ha proposto una gerarchia ed una nuova tipologia delle norme comunitarie, proposta che si è duramente scontrata con le diverse tradizioni giuridiche degli Stati membri.
Il principale obiettivo della gerarchizzazione degli atti comunitari sarebbe di assoggettare quelli di rango costituzionale, per i quali è previsto il voto all’unanimità (v.) in seno al Consiglio, a procedure più complicate rispetto agli altri atti legislativi che dettano la normativa di principio per settori e materie. Procedure ulteriormente semplificate dovrebbero, invece, applicarsi agli atti di esecuzione, in genere di competenza della Commissione.