Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
W42 Psicologia Clinica<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span> 526/A Concorso Scuola dell’Infanzia e Primaria - Manuale completo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 III, pag. 800 € 44,00</span> PK35 Maturità Scienze Umane<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2015 , pag. 224 € 9,00</span> W23 Storia del Cinema<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2009 , pag. 128 € 8,00</span> W53 Sociologia dell'organizzazione<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2010 , pag. 128 € 8,00</span> W43 Psicologia Sociale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span>
Padre
Panico
Panico
Panpsichismo
Pansessualismo
Papez
Parafilie
Parafrenia
Paralisi
Paranoia
Patografia
Paura
Pavlov, Ivan Petrovic?
Pedagogia
Pedofilia
Pene
Pensiero
Percezione
Percezione
Persecuzione
Persona
Personalità
Personalità
Personificazione
Perversione
Piacere
Piaget
Piaget, Jean
Poetzl
Preconscio
Preedipico
Pregenitale
Pregiudizio
Pregnanza
Pregrafismo
Prelogico
Prensione
Primitivo
Privazione
Processi
Profilo
Profondo
Proiezione
Prossemica
Protesta virile
Pseudoallucinazione
Psiche
Psichiatria
Psichiatria d’urgenza
Psicoanalisi
Psicochirurgia
Psicodinamica
Psicodramma
Psicofarmacologia
Psicofisica
Psicofisico
Psicogenesi
Psicogeno
Psicologia
Psicologia analitica
Psicologia animale
Psicologia applicata
Psicologia clinica
Psicologia commerciale
Psicologia comparata
Psicologia comprensiva
Psicologia culturale
Psicologia del lavoro
Psicologia del profondo
Psicologia del Sé
Psicologia della forma
Psicologia della massa
Psicologia della musica
Psicologia della percezione
Psicologia della personalità
Psicologia della religione
Psicologia delle organizzazioni
Psicologia delle risorse umane
Psicologia dello sport
Psicologia dello sviluppo
Psicologia dell’apprendimento
Psicologia dell’arte
Psicologia dell’età evolutiva
Psicologia dell’Io
Psicologia descrittiva
Psicologia differenziale
Psicologia dinamica
Psicologia fenomenologica
Psicologia filosofica
Psicologia forense
Psicologia generale
Psicologia individuale
Psicologia industriale
Psicologia medica
Psicologia militare
Psicologia nell’arte
Psicologia oggettiva
Psicologia politica
Psicologia rogersiana
Psicologia scolastica
Psicologia sessuale
Psicologia sistemica
Psicologia sociale
Psicologia sperimentale
Psicologia storica
Psicologia transculturale
Psicologia transpersonale
Psicologia umanistica
Psicologismo
Psicometria
Psicomotricità
Psicopatia
Psicopatologia
Psicosi
Psicosi indotte
Psicosocioanalisi
Psicosociologia
Psicosomatica
Psicoterapeuta
Psicoterapia
Pubertà
Puer aeternus
Pulsione
Pulsione
Punizione



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario di Scienze Psicologiche
Psicologia clinica
Settore della psicologia applicata che si occupa dell'applicazione dei risultati della metodologia e delle tecniche della ricerca sperimentale nell'ambito della salute mentale. Inizialmente sorge come disciplina sperimentale, le cui tecniche si rivolgono essenzialmente all'analisi delle funzioni mentali e dei corrispettivi fisiologici dell'attività psichica; è solo in seguito che viene introdotto il metodo clinico per lo studio del comportamento.
1) Il metodo clinico. La specificità della p.c. è individuabile nel metodo: mentre il metodo sperimentale come mezzo conoscitivo si avvale dell'osservazione del comportamento del soggetto agente, quello clinico ha come peculiarità il rapporto osservatore-osservato e l'osservazione rivolta non solo alla condotta del soggetto agente, ma anche al controllo dei propri stati interni. L'obiettivo di curare il soggetto viene messo in atto dalla p.c. sia attraverso questo specifico metodo di indagine, sia tramite modalità di verifica di quanto va progressivamente emergendo nel corso della terapia. Il metodo clinico, inoltre, non adotta il rigore del metodo sperimentale, attraverso le cui leggi generali vengono spiegati i comportamenti, ma una propria logica tramite cui le condotte sono interpretate. A differenza del metodo sperimentale, quello clinico va inteso in termini di conoscenza e relazione, solo successivamente come intervento e cura della malattia. Si può dire che la psicoanalisi ha portato alla p.c. la parte essenziale del metodo clinico.
2) La disciplina applicativa. Lo studio approfondito dei casi individuali, in cui il soggetto viene considerato quale totalità inscindibile, si avvale dei risultati sperimentali della psicologia generale, essenzialmente nell'ambito della personalità e della motivazione, delle conoscenze della psicologia del profondo, dell'età evolutiva, dinamica, sociale, nonché di una metodologia in cui l'elemento fondante è il colloquio, unito all'uso di test, soprattutto proiettivi, come quello di Rorschach. Tale conoscenza è volta a entrare nel mondo interiore dell'individuo e a comprenderne, da una parte, i pensieri, i sentimenti e le motivazioni, talvolta causa di un disagio esistenziale e interpersonale; dall'altra la personale e profonda sofferenza che, attraverso la compartecipazione, può favorire l'apertura a una maggior comprensione di sé e, dunque, al cambiamento e alla guarigione. La p.c. si estrinseca attraverso due differenti modalità, una di supporto e una di intervento. La prima si rivolge sia a un individuo che non è necessariamente malato o mentalmente disturbato, ma che necessita di un sostegno fornito attraverso strumenti di tipo psicodiagnostico, per far fronte a problemi psicologici in un particolare momento della sua vita; sia al personale delle istituzioni, quale il medico che opera nelle strutture sanitarie o l'insegnante. La seconda, invece, si riferisce a ciascun intervento psicoterapeutico rivolto non solo a quel soggetto i cui conflitti sono di tale entità da entrare a far parte della sfera patologica, ma a tutti coloro che possono trarre beneficio dall'essere accompagnati in un percorso di trasformazione e di crescita.
In entrambe le modalità, le funzioni essenziali assolte dalla psicologia clinica sono:
a) la diagnosi, che è il processo di raccolta delle informazioni su un soggetto finalizzato alla comprensione delle sue problematiche e a fornire, quindi, i più appropriati mezzi terapeutici per risolverle. Tale valutazione può essere descrittiva o funzionale a un determinato trattamento, a seconda che il dato da rilevare sia fisiologico, psicologico o comportamentale. Inoltre, esistono due differenti approcci valutativi correlati alle due modalità di trattamento: l'approccio psicometrico, che si basa sul confronto tra gli individui, attraverso test proiettivi od obiettivi finalizzati alla valutazione degli aspetti del soggetto correlati alle sue problematiche; e l'approccio psicodinamico, volto a valutare il tipo di intervento più adeguato;
b) il trattamento, in cui convergono tutti i modelli terapeutici che si richiamano a differenti orientamenti teorici sia per il modo di intendere la salute mentale sia per gli strumenti ritenuti necessari per assolvere alle finalità propostesi. Il tipo di trattamento viene scelto, quindi, non solo in base al tipo di problema da risolvere, ma anche in linea con l'orientamento terapeutico dello psicologo clinico;
c) la ricerca, che si riferisce all'analisi del processo di trattamento, alla verifica dei procedimenti terapeutici e diagnostici, all'individuazione di nuove modalità di intervento, nonché all'attività interdisciplinare correlata a discipline simili, come la psichiatria; la formazione, che è rivolta non solo al personale sanitario, ma anche agli educatori, agli assistenti sociali e a quegli psicologi interessati alla conoscenza dei metodi terapeutici;
d) la prevenzione, che tramite le attività di psicoprofilassi, è finalizzata alla prevenzione dell'insorgenza di condotte patologiche, come l'assunzione di alcol o droghe.