Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
526/A Concorso Scuola dell’Infanzia e Primaria - Manuale completo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 III, pag. 800 € 44,00</span> PK35 Maturità Scienze Umane<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2015 , pag. 224 € 9,00</span> W23 Storia del Cinema<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2009 , pag. 128 € 8,00</span> W53 Sociologia dell'organizzazione<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2010 , pag. 128 € 8,00</span> W42 Psicologia Clinica<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span> W43 Psicologia Sociale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span>
Rank, Otto
Rappresentazione
Raptus
Raven
Razionalismo
Reale
Realismo
Realismo cognitivo
Realismo pedagogico
Realtà
Reattiva, formazione
Reazione
Recettori
Reflessologia (o riflessologia)
Refrattario
Regressione
Reich, Wilhelm
Reiezione parentale
Reificazione
Relativismo
Relazione
Relazione educativa
Reminiscenza
Remissione
Repressione
Resistenza
Retifismo
Retroazione
Retrogenesi
Retrogressione
Retrospezione
Rêverie
Reversibile
Reversibilità
Riabilitazione
Riafferenza
Riapprendimento
Riattivazione
Ribellione
Richiamo
Ricompensa
Riconoscimento
Ricordo
Riduzionismo
Rievocazione
Riferimento
Rifiuto
Riflessi
Rigidità
Rilassamento
Rimozione
Rinforzo
Rinforzo
Ripetizione
Risonanza magnetica
Ritardo mentale
Ritenzione
Rito
Rogers, Carl
Role-playing
Rorschach
Rosenzweig Picture Frustration Study
Rubin
Ruolo



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario di Scienze Psicologiche
Psicologia della musica
Settore della psicologia applicata che si occupa dello studio dell'evento musicale nei suoi differenti aspetti neuropsicologici, psicoterapici e psicologici, nel tentativo di cogliere le reazioni e i comportamenti che caratterizzano gli individui durante l'ascolto di brani musicali, le strutture del processo creativo che sono alla base della produzione musicale, la relazione tra il simbolismo al quale la musica rimanda e l'elemento emotivo.
1) Neuropsicologia. L'attività neuropsicologica indotta dalla musica è assai complessa: coinvolge infatti ambedue i lobi temporali, il destro nel riconoscimento e nell'esecuzione delle melodie, il sinistro nell'elaborazione del linguaggio e nella composizione. In ambito sperimentale, talune ricerche hanno rilevato la predominanza dell'orecchio sinistro-emisfero destro per i messaggi melodici, la predominanza dell'orecchio destro-emisfero sinistro per i messaggi verbali. La compromissione di una delle diverse capacità implicate nel riconoscimento della musica, come quelle di distinguere tra singoli toni, melodie o ritmi, viene indicata con il termine amusia.
2) Psicoterapia. La psicoterapia si avvale della musica da un lato per la sua funzione catartica, dall'altro per la sua funzione espressiva, particolarmente adatta a esternare quei vissuti pressoché intraducibili nel linguaggio verbale. Utilizzata come esclusiva o insieme ad altre, la terapia con la musica consente all'effetto primario della musica di emergere, facendo cioè in modo che il soggetto colga un'atmosfera psicologica nella quale i legami con gli aspetti consci della personalità paiano più labili e siano invece favorite le condizioni affinché i contenuti più profondi vengano vissuti in modo intenso. Gli effetti secondari, quali la diminuzione della tensione nervosa, l'induzione di riflessi condizionati, l'aumento o la diminuzione di meccanismi difensivi, si accompagnano ad altre manifestazioni che, se debitamente verificate, possono essere utilizzate con finalità terapeutiche. Inoltre, grande importanza riveste la possibilità del paziente di cogliere la musica come un intermediario non pericoloso tra lui e il terapeuta. La musica, inoltre, come elemento suscettibile di esperienze relazionali, viene utilizzata in ambito psicoterapeutico con pazienti assai regrediti, soprattutto affetti da autismo infantile e da psicosi schizofreniche coartate, che rispondono ai tradizionali metodi di intervento in modo carente.
3) Psicoanalisi. La psicoanalisi valuta le risposte affettive date alla musica, che sono in funzione, oltre che dei contenuti dell'opera, dell'identità sonoro-musicale dell'individuo. Secondo Fornari, a quest'ultimo elemento fa riferimento il fenomeno sonoro e di movimento interno che riassume i nostri archetipi sonori, il nostro vissuto sonoro intrauterino e il nostro vissuto sonoro della nascita, dell'infanzia fino alla nostra età attuale. Fornari ha condotto uno studio dettagliato sul significato profondo della musica, correlandolo anch'esso al recupero dell'esperienza uterina.