Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
526/A Concorso Scuola dell’Infanzia e Primaria - Manuale completo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 III, pag. 800 € 44,00</span> PK35 Maturità Scienze Umane<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2015 , pag. 224 € 9,00</span> W23 Storia del Cinema<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2009 , pag. 128 € 8,00</span> W53 Sociologia dell'organizzazione<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2010 , pag. 128 € 8,00</span> W42 Psicologia Clinica<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span> W43 Psicologia Sociale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span>
Abbandono
Abbandono
Aberrazione
Abilità
Abituazione
Abitudine
Abnegazione
Abrahm, Karl
Abreazione
Abulia
Accelerazione ideica
Accesso
Accomodamento
Accomodazione
Acculturazione
Acetilcolina
Acquisito
Acting-out
Adattamento
Adattamento
Addestramento
ADHD
Adler, Alfred
Adolescenza
Adrenalina
Adultismo
Adultità
Adulto
Adultomorfismo
Afanisi
Afasia
Affettività
Affettivo
Affetto
Affezione
Affidamento
Affiliazione
Afflizione
Afonia
Afrodisiaco
Agente
Aggiustamento
Aggressione
Aggressività
Agire
Agitazione
Agnosia
Agorafobia
Agrafia
Agrammatismo
Alcolismo
Alessia
Alexitimia
Alfabetizzazione
Alienazione parentale
Alloerotismo
Alloplastico
Allport, Gordon W.
Allucinazione
Allucinogeni
Allucinosi
Alternanza psicosomatica
Alzheimer
Ambieguale
Ambiguità
Ambivalenza
Ambiversione
Ambizione
Amicizia
Amigdala
Amimia
Ammiccamento
Amnesia
Anaclitica
Anaclitica
Anale
Anale
Analisi
Analisi del discorso
Analizzante
Analizzato
Anamnesi
Anancasmo
Androginia
Andropausa
Anedonia
Anencefalia
Anestesia
Anginofobia
Angoscia
Anima
Animazione
Animismo
Animus
Annullamento
Anomia
Anoressia
Anorgasmia
Anormalità
Ansia
Ansia
Ansia di separazione
Ansiolitici
Antagonista
Anticipazione
Antidepressivi
Antipsichiatria
Antipsicotici
Antisociale
Apatia
Appagamento
Apparato psichico
Appercezione
Appiattimento affettivo
Apprendimento
Apprendimento
Apprensione
Approccio
Approvazione
Aprassia
Archetipo
Artificialismo
Arto fantasma
Ascesi
Asimbolia
Aspettativa
Aspirazione
Assenza
Assertività
Assessment/Valutazione
Assimilazione
Assistente sociale
Associazione
Associazionismo
Assone
Astenia
Astinenza
Astinenza
Astrazione
Astuzia
Atarassia
Atassia
Atavismo
Atrofia cerebrale
Attaccamento
Attaccamento
Atteggiamento
Attendibilità
Attenzione
Attitudine
Attività/Passività
Atto educativo
Attrazione/Repulsione
Aura
Autismo
Autismo infantile
Autoaccusa
Autoaffermazione
Autoanalisi
Autocontrollo
Autocoscienza
Autocritica
Autoeducazione
Autoerotismo
Autolesionismo
Automatismo
Automatizzazione
Autonomia funzionale
Autonomia/Eteronomia
Autopunizione
Autorealizzazione
Autorecettori
Autoscopia
Autostima
Autosuggestione
Autosvalutazione
Autovalutazione
Auxologia
Avarizia
Avversivo
Azione



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario di Scienze Psicologiche
Amnesia
Dal greco a-mnesis (non-ricordo), indica la compromissione grave e selettiva della memoria a lungo termine (MLT), indipendente dal tipo di stimolo (verbale o non verbale) o dalla modalità sensoriale della presentazione dello stesso, in rapporto a un evento patologico, ad esempio un trauma cranico, un'intossicazione o un disturbo vascolare. Caratteristica del disturbo amnesico è, come vuole la legge formulata da Ribot, di preservare, contrariamente al decorso della memorizzazione, i dati acquisiti in un lontano passato, lasciando decadere per primi quelli di recente acquisizione. L'a. presenta due componenti di gravità variabile: un'amnesia retrograda per eventi precedenti l'insorgenza della patologia causa del disordine di memoria e un'amnesia anterograda per eventi successivi all'insorgenza del fatto morboso. Quando i due disturbi siano associati, si parla di amnesia retro-anterograda. L'a. retrograda può essere globale quando si estende a tutto il passato, lacunare quando è limitata a periodi circoscritti. Il soggetto amnesico, se non distratto, può essere in grado di ricordare per alcuni secondi, talvolta per qualche minuto, limitate quantità di informazioni: lo span di memoria immediata per sequenze di cifre o per frasi presentate uditivamente è, di solito, nei limiti della norma. Nell'a., dunque, l'informazione avrebbe accesso a una memoria a breve termine (MBT) funzionante, ma non potrebbe essere trasferita nella MLT. Tuttavia, l'a. anterograda limita grandemente la possibilità di acquisire e registrare nuove informazioni, mentre quella retrograda non consente di riportare alla coscienza engrammi fissati precedentemente. L'a. può essere generalizzata quando interessa tutti i ricordi, selettiva quando si riferisce specificamente a un determinato materiale mnemonico, sistematizzata quando vengono meno i ricordi che si riferiscono a persone o avvenimenti specifici. A quest'ultima categoria appartengono le amnesie psicogene, che si riferiscono a eventi di grande pregnanza emotiva e affettiva e si osservano in alcuni disturbi di personalità. Il quadro clinico del paziente amnesico è caratterizzato dalla difficoltà di riconoscimento delle persone conosciute da non molto tempo, dal disorientamento spaziale e temporale, anche per quanto riguarda le azioni, gli spazi e la posizione degli oggetti della quotidianità. I ricordi passati sono perduti in modo più o meno ampio: i ricordi più remoti sono sovente preservati. Tale patologia della memoria risulta estremamente invalidante e raramente chi ne è affetto riesce a condurre un'esistenza autonoma. L'a. è associata a lesione delle strutture cerebrali che fanno parte del circuito cortico-sottocorticale di Papez (ippocampo, fornice, corpi mammillari, fascio mammillo-talamico, talamo anteriore, giro del cingolo). I principali correlati anatomici dell'a. sono, infatti, rappresentati da: a) lesioni bilaterali nelle regioni temporali mesiali e nell'ippocampo; b) lesioni situate nelle strutture diencefaliche e, in particolar modo, nei corpi mammillari e nel nucleo dorso mediale del talamo; c) lesioni bilaterali al giro del cingolo o al fornice possono condurre a difetti di memoria associati o meno a stati confusionali transitori meno gravi rispetto alle lesioni sopra menzionate. Raramente l'a. viene prodotta da lesioni unilaterali e, in tal caso, è associata a lesioni dell'emisfero sinistro.