Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
337 Concorsi nelle Camere di Commercio - Manuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 IV, pag. 768 € 36,00</span> 4/2 Schemi & Schede di Diritto Amministrativo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XII, pag. 336 € 18,00</span> 506/3 Codice del Processo Amministrativo (Editio minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XIII, pag. 832 € 20,00</span> 345/3A 10 Esperti Banca d'Italia - Profilo C - Discipline giuridiche - Manuale per la preparazione alla prova preselettiva e scritta<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 1056 € 45,00</span>
B.C.E.
B.o.t.
Balcone
Ballottaggio
Banca
Banca dati
Bancarotta
Bancomat
Banda armata
Bandiera
Bando di concorso
Baratto
Barriera doganale
Barriere architettoniche
Base imponibile
Beneficenza
Benefici di legge
Beni
Bicameralismo
Bigamia
Biglietto di cancelleria
Bilancio
Bipartitismo
Bipolarismo
Boicottaggio
Bolla di accompagnamento
Bollettino Ufficiale
Bonifico bancario
Borsa
Brevetto
Broker
Brokeraggio
Buon costume
Buon padre di famiglia
Buon vicinato
Buona fede
Buoni ordinari del Tesoro
Buoni postali fruttiferi
Buonuscita
Burocrazia
Busta paga


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Gerarchia [rapporto di] (d. amm.)
Il rapporto di (—) (o rapporto gerarchico) è una relazione interorganica [Organo] che intercorre tra organi che l'ordinamento pone in condizione di subordinazione e altri organi cui è attribuita, rispetto ai primi, una posizione di sopraordinazione.
Il rapporto di (—) presuppone di norma organi individuali con competenza funzionale esterna, appartenenti allo stesso ramo di Amministrazione.
L'organo sopraordinato è investito, nei confronti dell'organo inferiore, di una serie di poteri caratteristici. Può, infatti:
— orientare con direttive ed ordini l'azione dell'organo inferiore;
— controllarne l'operato;
— annullarne gli atti viziati e revocarne quelli inopportuni;
— operare in funzione di coordinamento, risolvendo eventuali conflitti;
— delegare all'organo inferiore i propri poteri;
— sostituirsi all'organo inferiore, nel caso di inerzia di quest'ultimo, avocandone le competenze.