Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
510/1 Codice del DSGA - Raccolta Normativa per il concorso e la professione<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 1184 € 54,00</span> 42/1 Quiz Commentati di Legislazione Universitaria<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 VII, pag. 352 € 22,00</span> 40/3 Compendio di Programmazione e Controllo di Gestione<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 V, pag. 384 € 22,00</span> C1 Codice Civile Annotato con la Giurisprudenza - collana i Codici Commentati<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XXI, pag. 3520 € 72,00</span> E3/A Codice Penale Esplicato minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >Settembre 2019 XXI, pag. 1312 € 20,00</span> 14 Manuale di Diritto Tributario<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XXXIII, pag. 688 € 40,00</span> C2 Codice di Procedura Civile - Annotato con la Giurisprudenza - collana i Codici Commentati<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XXIV, pag. 2336 € 65,00</span> 321 Concorso 1514 Ispettori e Funzionari RIPAM Lavoro Ministero del Lavoro, INAIL e Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) - TOMO I Quiz di LOGICA RIPAM commentati per la prova preselettiva<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 640 € 28,00</span> 508/1 Codice di Procedura Civile e leggi complementari (Editio minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >Settembre 2019 XXXVIII, pag. 1120 € 15,00</span>
G.A.T.T.
G.E.I.E.
G.I.P.
G.U.P.
Gabinetto
Garante del contribuente
Garantismo
Garanzia
Gas tossici
Gazzetta Ufficiale
General Agreement on Tariffs and Trade
Generalità
Genitorialità
Genocidio
Genus numquam perit
Gerarchia
Gestione
Gettito tributario
Giornalismo
Giornata lavorativa
Giorni festivi
Gioventù
Girata
Giudicato
Giudice
Giudizi speciali
Giudizio
Giungla retributiva
Giunta
Giunte parlamentari
Giuramento
Giurisdizionale
Giurisdizione
Giurisprudenza
Giusta retribuzione
Giustizia amministrativa
Giustizia sociale
Giusto processo
Globalizzazione
Godimento
Governo
Grado
Graduazione dei creditori
Gratuito patrocinio
Gravame
Gravidanza e puerperio
Grazia
Gruppo
Guardasigilli
Guardia
Guarentigie
Guerra
Guida


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Gestione
() accentrata di strumenti finanziari (d. finanz.)
È un sistema di scritturazioni contabili in virtù del quale ogni trasferimento di strumenti finanziari avviene senza lo spostamento materiale di essi. In pratica, il risparmiatore che possiede i titoli li deposita, in custodia, presso un intermediario aderente al sistema, stipulando appositi contratti di deposito, il quale a sua volta li subdeposita presso una società di gestione accentrata: da questo momento la circolazione dei titoli subdepositati avviene mediante semplici scritturazioni contabili computerizzate, cioè operazioni di giro con cui si annota il trasferimento dei titoli dal conto del depositario ordinante al conto del depositario beneficiario dell'ordine. Il T.U. finanziario (D.Lgs. 58/98) ha abrogato la legge n. 289/86, segnando la fine del monopolio della Monte titoli S.p.a., prevedendo che tale attività possa essere esercitata anche da altre società che abbiano ottenuto l'autorizzazione della Consob.
() collettiva di portafoglio (d. finanz.)
Con tale espressione si indica l'attività di gestione di un patrimonio in cui confluiscono i risparmi di più investitori, che saranno investiti collettivamente e in maniera indifferenziata, senza, cioè, che l'investitore possa influenzare l'intermediario finanziario nelle sue scelte d'investimento.
Tale servizio finanziario si realizza attraverso:
— la promozione, l'istituzione e l'organizzazione di fondi comuni d'investimento e l'amministrazione dei rapporti con i partecipanti;
— la gestione del patrimonio di fondi comuni d'investimento o di SICAV, di propria o di terza istituzione, mediante l'investimento avente ad oggetto strumenti finanziari, crediti o altri beni mobili o immobili.
L'esercizio dell'attività di (—) è riservato a imprese specializzate, le società di gestione del risparmio o le stesse SICAV. Esse sono sottoposte, a tutela degli investitori, alla vigilanza della Banca d'Italia e della CONSOB e devono rispettare le regole generali di comportamento definite dalle medesime autorità.
() d'affari (d. civ.)
Si ha (—) quando un soggetto (gestore) si prende cura spontaneamente, cioè senza esservi obbligato e senza averne avuto incarico dall'interessato (dominus), di uno o più affari patrimoniali altrui. A tale circostanza la legge, concorrendo alcuni requisiti, ricollega il sorgere di obbligazioni sia a carico del gestore che a carico del dominus.
Requisiti della (—) sono:
— l'utilità iniziale della gestione (utiliter coeptum): affinché si producano gli effetti della (—), questa deve essere utilmente iniziata; l'utilità si giudica obiettivamente, facendo riferimento alla valutazione che avrebbe effettuato il dominus, con la diligenza del buon padre di famiglia, al momento dell'inizio dell'affare;
— la mancanza di un divieto alla (—) da parte del dominus (non prohibente domino);
— la consapevolezza dell'alienità dell'affare (cd. animus aliena negotia gerendi): il gestore deve cioè sapere (e, quindi, deve avere intenzione) di trattare affari altrui, ossia di avvantaggiare il dominus e di non aver nessun obbligo in tal senso, altrimenti al più il gestore potrebbe invocare l'arricchimento senza causa del dominus;
— la liceità dell'affare;
— la capacità di agire del gestore (art. 2029 c.c.).
La (—) produce effetti:
— nei confronti del gestore, che ha l'obbligo di continuare la gestione intrapresa, finché l'interessato (o l'erede in caso di morte del dominus) non sia in condizione di provvedervi da sé (art. 2028 c.c.), ed è sottoposto a tutti gli obblighi del mandatario (diligenza del buon padre di famiglia, obbligo di rendiconto etc.);
— nei confronti del dominus, che deve adempiere, verso i terzi, agli obblighi che gli derivano dai negozi compiuti dal gestore in suo nome [(—) rappresentativa] e deve tenere indenne il gestore dalle obbligazioni che questi abbia assunto in nome proprio [(—) non rappresentativa], rimborsandogli le spese sostenute ed i relativi interessi. Da ciò si deduce che il gestore non agisce a proprio rischio.