Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
2 Manuale di Diritto Costituzionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXXV, pag. 448 € 25,00</span> 331/1 Concorso 45 Dirigenti di Istituto penitenziario - Le prove scritte - Quiz commentati<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 , pag. 464 € 28,00</span> 47/6 Le Politiche dell'Unione europea<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XII, pag. 272 € 19,00</span> 54A/11 I Quaderni del praticante Avvocato - Diritto dell'Unione europea<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XI, pag. 272 € 16,00</span> 54A/2 I Quaderni del praticante Avvocato - Diritto Costituzionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XI, pag. 288 € 17,00</span>
G.A.T.T.
G.E.I.E.
G.I.P.
G.U.P.
Gabinetto
Garante del contribuente
Garantismo
Garanzia
Gas tossici
Gazzetta Ufficiale
General Agreement on Tariffs and Trade
Generalità
Genitorialità
Genocidio
Genus numquam perit
Gerarchia
Gestione
Gettito tributario
Giornalismo
Giornata lavorativa
Giorni festivi
Gioventù
Girata
Giudicato
Giudice
Giudizi speciali
Giudizio
Giungla retributiva
Giunta
Giunte parlamentari
Giuramento
Giurisdizionale
Giurisdizione
Giurisprudenza
Giusta retribuzione
Giustizia amministrativa
Giustizia sociale
Giusto processo
Globalizzazione
Godimento
Governo
Grado
Graduazione dei creditori
Gratuito patrocinio
Gravame
Gravidanza e puerperio
Grazia
Gruppo
Guardasigilli
Guardia
Guarentigie
Guerra
Guida


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Guerra
() civile (d. pen.)
Risponde del reato in esame (art. 286 c.p.) chiunque commette un fatto diretto a suscitare la () nel territorio dello Stato.
Per (—) si intende la lotta armata di una parte della popolazione contro un'altra, ovvero contro gli apparati e le forze dello Stato preposte alla tutela dell'ordine e della sicurezza.
Elemento soggettivo è il dolo. Una speciale causa di non punibilità è stata introdotta dalla L. 304/1982 in favore di chi coopera efficacemente ad impedire il risultato, cioè la (—), a cui gli atti commessi sono diretti.
È reato a consumazione anticipata, in quanto la punibilità sorge al momento del porre in essere gli atti diretti a suscitare la (—) non essendo necessario che la (—) scoppi realmente.
Tuttavia il verificarsi della (—) è previsto come aggravante, senza peraltro avere valore effettivo, essendo stata abolita la pena di morte.
Pena: Ergastolo.
() come uso della forza (d. internaz.)
La (—) è la forma di uso della forza con la quale uno Stato (cd. belligerante) ricorre alla violenza su persone, territorio e beni appartenenti ad un altro Stato (cd. nemico).
È una situazione prevista dal diritto internazionale tanto che si applica il cd. diritto bellico, e gli Stati estranei beneficiano del cd. status di neutralità.
La (—), come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali, è bandita dalla Carta delle N.U., che ha affidato il compito del mantenimento della pace al sistema di sicurezza collettiva. L'unica eccezione è costituita dal diritto naturale di autotutela, sia individuale che collettiva, riconosciuto agli Stati (art. 51 Carta N.U.).
La (—) provoca la sospensione di tutte quelle norme che generalmente regolano i rapporti fra Stati in tempo di pace e che vengono sostituite dal diritto internazionale bellico.
A questo proposito devono ricordarsi le quattro convenzioni internazionali firmate a Ginevra nel 1949 che disciplinano diversi aspetti della condotta bellica degli Stati ed in particolare il trattamento dei prigionieri di (—).
Per quanto riguarda i suoi effetti sui trattati, la giurisprudenza internazionale classica considerava la (—) come una causa di estinzione dei trattati. L'orientamento si è andato modificando ed oggi si ritiene che i trattati siano solo sospesi tra i belligeranti e che si estinguano, una volta terminata la guerra, solo nell'ipotesi in cui siano incompatibili con la situazione politica e sociale venutasi a creare.