Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
226maior Elementi Maior di Diritto Costituzionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 XXII, pag. 288 € 12,00</span> 225/2 Costituzione della Repubblica italiana (Editio minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 , pag. 64 € 3,00</span> 314/1 Concorsi 80 Commissari - 50 Carriera Prefettizia TOMO I - Manuale con le materie comuni<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 , pag. 496 € 28,00</span> 54A/2 I Quaderni dell'Aspirante Avvocato - Diritto Costituzionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 VIII, pag. 288 € 17,00</span> 2 Manuale di Diritto Costituzionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 XXXII, pag. 432 € 26.00</span> 2/3 Schemi & Schede di Diritto Pubblico e Costituzionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 VII, pag. 240 € 13,00</span> IP2 Ipercompendio Diritto Pubblico e Costituzionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 VIII, pag. 288 € 15,00</span>
A non domino
A quo
A.R.A.N.
Abbandono del minore
Abbandono della cosa
Abbandono di domicilio
Aberratio
Abigeato
Abilitazione
Abitabilità
Abitazione
Abituale
Abitualità criminosa
Abolitio criminis
Aborto
Abrogazione della legge
Abusi familiari
Abusivismo
Abuso
Accertamenti tecnici non ripetibili
Accertamento
Accessione
Accesso
Accessoria
Accessorium sequitur principale
Accettazione
Accollo
Accomandita
Accordi di ristrutturazione dei debiti
Accordo contrattuale
Accrescimento
Acquiescenza
Acquisto
Acquisto a non domino
Actio interrogatoria
Actiones liberae in causa
Ad nutum
Ad quem
Addizioni
Adempimento
Adminicula servitutis
Adozione
Adulterino
Affidamento
Affiliazione commerciale
Affinità
Affitto
Affrancazione del fondo
Agente
Agenzia
Aggiotaggio
Aggravanti
Albergo
Alberi
Albo professionale
Alea
Aleatorio
Alibi
Alienante
Alimenti
Alluvione
Alto tradimento
Alveo abbandonato
Ambasciata
Ambasciatore
Ambiente
Ammenda
Amministratore
Amministrazione
Ammortizzatori sociali
Amnistia
An debeatur
Anagrafe tributaria
Analogia
Anatocismo
Anno giudiziario
Annullamento
Anticipazione bancaria
Antigiuridicità
Antinomia
Antitrust
Apertura della successione
Apertura di credito
Apolidia
Appalto
Apparenza
Appello
Apposizione dei termini
Appropriazione indebita
Aquiliana
Arbitraggio
Arbitrato
Arbitratore
Archiviazione
Arresti domiciliari
Arresto
Arricchimento ingiustificato
Ascendenti
Asilo politico
Aspettativa
Asse ereditario
Assegno
Assemblea costituente
Assemblea dei soci
Assenza
Assicurazione
Assistenza sociale
Associazione
Associazione in partecipazione
Asta pubblica
Attentato alla Costituzione
Attenuanti
Atti osceni
Atti parlamentari
Atto
Attore
Aumento del capitale
Autarchia
Autenticazione
Authority
Autocertificazione
Autodichia
Autodifesa
Autonomia
Autonomie locali
Autore
Autorità amministrative indipendenti
Autorizzazione
Avallo
Avente causa
Avulsione
Avviamento
Avviso di accertamento
Avviso di liquidazione
Avvocato
Avvocatura dello Stato
Azienda
Aziende autonome
Azionariato
Azione


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Antinomia (d. cost.)
Opposizione o incompatibilità fra norme giuridiche.
Il nostro ordinamento accoglie una varietà di fonti del diritto che producono continuamente diritto per adeguare il sistema normativo alle mutate esigenze politiche, economiche e sociali.
La varietà e inesauribilità delle fonti rendono, quindi, altamente probabile che una stessa fattispecie possa essere disciplinata in modo confliggente da norme poste da fonti diverse, o dalla stessa fonte ma in momenti diversi.
Le (—) vengono in rilievo non tanto nel momento della produzione del diritto, bensì in quello della sua applicazione ad opera dell'interprete: competente al riguardo è il giudice, che ha il compito di eliminare le (—) mediante l'interpretazione delle norme applicabili.
A questa finalità soccorrono i seguenti criteri:
— quando due norme confliggenti sono poste da fonti dello stesso tipo (due leggi, due regolamenti), il criterio applicato è quello cronologico, in base al quale la norma precedente prevale su quella successiva (lex posterior derogat legi priori);
— quando le norme confliggenti provengono da fonti diverse (da una legge e da un regolamento, ad esempio), la risoluzione delle (—) avviene in base al criterio gerarchico, per cui la fonte di rango inferiore (regolamento) che contiene norme in contrasto con una fonte di rango superiore (legge) è invalida e può essere annullata o disapplicata;
— quando la stessa materia è disciplinata da due norme, una generale e una speciale, quest'ultima prevale sulla prima anche nell'ipotesi in cui la norma generale sia successiva nel tempo (criterio della specialità). In genere questo criterio si esprime con il brocardo latino lex specialis derogat generali, vale a dire che la norma dettata per un caso particolare prevale, logicamente, sulla norma di carattere generico, e la norma generale non ha capacità abrogante sulla speciale. È da sottolineare che con l'applicazione di questo criterio entrambe le norme rimangono valide ed efficaci; mentre con l'applicazione del criterio cronologico e di quello gerarchico si assiste all'eliminazione di una delle due norme in contrasto (con l'abrogazione o con l'invalidità), con questo criterio s'individua la norma da applicare al caso concreto, che nella fattispecie deroga alla disciplina generale;
— in un sistema a Costituzione rigida [Costituzione], la fonte suprema può riservare ad alcune fonti la regolamentazione di determinate materie o determinati ambiti territoriali di efficacia. In questo caso al criterio gerarchico si sostituisce il criterio di competenza: ad esempio la Costituzione riserva ai regolamenti parlamentari la disciplina dell'organizzazione delle Camere e del procedimento di formazione delle leggi, per cui una legge ordinaria [Legge] che interferisse sarebbe invalida e potrebbe essere dichiarata incostituzionale [Incostituzionalità della legge].
 In alcuni casi la Costituzione più che riservare si limita a preferire una fonte ad un'altra, per cui la fonte non preferita può continuare a disciplinare la materia fino a quando non interviene la fonte preferita.