Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
17/4 Compendio di Storia del Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 V, pag. 288 € 15,00</span> 21/2 Compendio di Isitituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VI, pag. 256 € 18,00</span> 21/3 Schemi & Schede di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 III, pag. 160 € 10,00</span> 583 Dizionario Giuridico Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 VI, pag. 560 € 15,00</span> 21 Il nuovo Manuale di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 VII, pag. 528 € 22,00</span> 17 Il nuovo Manuale di Storia del Diritto Romano (Diritto pubblico romano)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 V, pag. 272 € 20,00</span> IP9 Ipercompendio Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 III, pag. 240 € 10,00</span> W18 Storia del Diritto Medioevale e Moderno<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 160 € 10,00</span>
Iacopo Bottrigari sr.
Iacopo da Belviso
Iacopo di Porta Ravennate
Illuminismo
Iman
Immunità
Immunità diplomatiche
Immunità parlamentari
Impeachment
Impero bizantino
Index interpolationium
Index librorum prohibitorum
Indice
Indice dei libri proibiti
Infallibilità del papa
Infortiatum
Innocenzo III
Innocenzo IV
Inns of court
Inquisitori di Stato
Inquisizione
Institutiones Gai
Institutiones Iustiniani
Intendente
Inter coetera
Interdetto
Internazionalismo
Interpolazione
Investitura
Investiture
Irnerio
Isidoriana
Isidoro di Siviglia
Islam
Iura regalia
Iurisdictio
Ius antiquum
Ius commune
Ius gentium
Ius honorarium
Ius novissimum
Ius novum
Ius proprium
Ivone di Chartres



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo
Lutero Martin (Eisleben 1483-1546)

Monaco e riformatore religioso tedesco. Entrato negli agostiniani (1506), studiò teologia a Erfurt e dal 1513 fu professore di esegesi biblica, maturando la sua “scoperta del Vangelo”, cioè la dottrina della giustificazione dei peccati per “sola fede”. Nel 1517 pubblicò a Wittenberg le 95 tesi, in cui criticava la prassi ecclesiastica delle indulgenze e delle opere, convinto dell’impossibilità di surrogare con esse la mancanza di fede. Dichiarato eretico dal papa (1518), negò il primato papale, l’infallibilità del Concilo e dichiarò che la Bibbia era l’unica norma di fede (1519).
Nel 1520 scrisse in tedesco Alla nobiltà cristiana di nazione tedesca e Sulla libertà del cristiano. Per (—) il cristiano è sottrato ad ogni legge, egli è sacerdote e monarca, ma la sua libertà è spirituale: non ha significato politico. Ciò nonostante (—) propose riforme ecclesiastiche non prive di conseguenze politiche. Il sacerdozio universale e la soppressione dello stato ecclesiastico, portano ad ampliare le attribuzioni del potere temporale. È quindi all’impero che tocca la realizzazione delle riforme necessarie alla Chiesa. La libertà individuale dello spirito resta estranea ai rapporti sociali regolati dalla forza. L’uomo è un’espressione del peccato, la società degli uomini è quindi una società di belve.
(—) non ha una concessione dello Stato, egli concepisce solo l’autorità (Obrigkeit) e tipici soggetti medievali quali la cristianità e l’impero. In La cattività di Babilonia (1520) prende in esame la dottrina dei sacramenti, riconoscendo valore solo al battesimo e alla cena eucaristica.
Scomunicato nel 1521, (—) venne posto al bando dall’impero. Nascosto per 10 mesi nel castello di Federico di Sassonia, tradusse il Nuovo Testamento in tedesco. Negli anni successivi dovette risolvere molti contrasti tra i suoi seguaci e combatté la ribellione dei contadini guidata da Müntzen (1525). Nello stesso anno scrisse il De servo arbitrio, in polemica con Erasmo da Rotterdam.