Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
L4/1 Il Procedimento Disciplinare nel Pubblico Impiego<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 III, pag. 336 € 40,00</span> 332 35 Funzionari Contabili Amministrazione Penitenziaria<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 , pag. 1104 € 42,00</span> 266/3 Il Pubblico Impiego nell'Ente Locale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 II, pag. 208 € 14,00</span> L40 Separazione e Divorzio<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 IX, pag. 560 € 46,00</span> 21/3 Schemi & Schede di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 III, pag. 160 € 10,00</span> 47/6 Le Politiche dell'Unione europea<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 X, pag. 272 € 18,00</span> 506/3 Codice del processo amministrativo (Editio minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 XII, pag. 832 € 19,00</span> 589/1 Dizionario Giurieconomico - English-Italian / Italiano-Inglese<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 , pag. 864 € 24,00</span> C101 Codice Civile esteso (CM1) + Codice Penale esteso (CM3)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 VII, pag. 2288 + 1712 € 170,00</span> CM1 Codice Civile esteso<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 VII, pag. 2288 € 88,00</span> CM3 Codice Penale esteso<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 VII, pag. 1712 € 82,00</span>
I.C.I.
I.N.A.I.L.
I.N.P.D.A.I.
I.N.P.D.A.P.
I.N.P.S.
I.P.A.B.
I.R.A.P.
I.R.E.
I.R.E.S.
I.R.PE.F.
I.S.O.
I.V.A.
Identificazione
Identikit
Identità personale
Igiene e sicurezza del lavoro
Ignorantia legis non excusat
Illecito
Illegalità del negozio
Illegittimità
Illiceità del negozio
Imitazione servile
Immagine
Immemorabile
Immigrazione
Immissioni
Immobili
Immunità
Impiegato
Impiego
Impignorabilità
Imponibile
Impossibilità della prestazione
Imposta
Imprenditore
Impresa
Imprescrittibilità
Improcedibilità
Impronte digitali
Impugnazione
Imputabilità
Imputato
Imputazione
In claris non fit interpretatio
Inabilitazione
Inadempimento
Inadimplenti non est adimplendum
Inalienabilità
Inammissibilità
Inappellabilità
Inaudita altera parte
Incanto
Incapacità
Incauto acquisto
Incentivo fiscale
Incesto
Inchiesta parlamentare
Incidente probatorio
Incompetenza
Incorporazione
Incostituzionalità della legge
Indagato
Indagini
Indebito
Indegnità a succedere
Indennità
Indicato al bisogno
Indicazione di pagamento
Indici di borsa
Indignus potest capere, sed non potest retinere
Indirizzo
Indizio
Indulto
Inefficacia del negozio giuridico
Ineleggibilità
Inesistenza
Infermità di mente
Informazione
Infortunio sul lavoro
Ingiunzione
Ingiuria
Inibitoria
Iniziativa economica privata
Iniziativa legislativa
Inopponibilità
Inquinamento delle prove
Insegna
Insegnamento
Inserzione di clausole
Insider trading
Insindacabilità
Insolvenza
Institore
Institutio ex re certa
Insufficienza di prove
Insula in flumine nata
Integrazione
Inter vivos
Intercettazione di conversazioni o comunicazioni
Interclusione del fondo
Interdittive (misure)
Interdizione
Interesse
Interessi
Interim
Interinale
Intermediazione
Interna corporis
Interpellanza parlamentare
Interpol
Interposizione di persona
Interpretazione
Interprete
Interrogatorio
Interrogazione parlamentare
Interruzione del processo
Intervento
Interversione del possesso
Intesa di programma
Intifada
Intimazione
Intra vires (hereditatis)
Intuitu personae
Invalidi
Invalidità
Inventario
Invenzione
Invenzione industriale
Inversione dell’onere della prova
Invito
Ipoteca
Irregolarità
IS.V.A.P.
Iscrizione a ruolo
Iscrizione ipotecaria
Isola
Ispettorato del lavoro
Ispettore di polizia
Ispezione
Istanza
ISTAT
Istituto di patronato e assistenza sociale
Istituto nazionale della previdenza sociale
Istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell’amministrazione pubblica
Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo
Istituzione di erede
Istruzione
Iter legislativo
Iura novit curia
Ius superveniens
Iussu judicis
Iuxta alligata et probata (judex judicare debet)


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Impiego
() privato (d. lav.)
È il rapporto di lavoro subordinato che si instaura con un datore di lavoro privato.
La prestazione di lavoro presenta i caratteri della continuità e della subordinazione e può consistere in una attività di collaborazione, di concetto o di ordine.
In relazione alla natura della prestazione, i lavoratori sono classificati in quattro categorie: dirigenti tecnici e amministrativi, quadri, impiegati, operai.
() pubblico (d. lav.; d. amm.)
È il rapporto di lavoro e di impiego alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche, intendendo per tali (art. 1, co. 2 D.Lgs. 165/2001):
— le amministrazioni dello Stato ivi inclusi: istituti e scuole di ogni ordine e grado; istituzioni educative; aziende e amministrazioni dello Stato ad ordinamento autonomo;
— Regioni, Province, Comuni, Comunità montane e loro consorzi ed associazioni;
— istituzioni universitarie;
— istituti autonomi case popolari;
— camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura e loro associazioni;
— enti pubblici non economici nazionali, regionali e locali;
— amministrazioni, aziende ed enti del servizio sanitario nazionale;
— Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (A.R.A.N.) e le Agenzie di cui al D.Lgs. 300/1999.
Il D.Lgs. 29/1993 (confluito, con le successive modificazioni, nel D.Lgs. 165/2001) ha spostato il rapporto intercorrente tra la pubblica amministrazione e i suoi dipendenti dall'ambito amministrativo a quello privatistico, mediante l'estensione dei principi e delle norme dettate per il rapporto di impiego privato, al fine di migliorare l'efficienza e la produttività dell'amministrazione pubblica.
In base all'art. 3 del D.Lgs. 165/2001, restano esclusi da questo processo di privatizzazione e vengono disciplinati dai rispettivi ordinamenti:
— i magistrati ordinari, amministrativi e contabili:
— gli avvocati e procuratori dello Stato;
— il personale militare e delle forze di polizia di Stato;
— il personale della carriera diplomatica e della carriera prefettizia, quest'ultima a partire dalla qualifica di vice consigliere di prefettura;
— i dipendenti degli enti che svolgono la loro attività nelle materie contemplate dall'art. 1 del D.Lgs. C.p.S. 691/1947 (risparmio, funzione creditizia e valutaria) e dalle leggi 281/1985 (tutela del risparmio, valore mobiliare) e 287/1990 (tutela della concorrenza e del mercato);
— il personale, anche di livello dirigenziale, del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco, esclusi il personale volontario di leva ed il personale volontario previsto dal regolamento di cui al D.P.R. 362/2000 (tale eccezione è stata aggiunta dalla L. 252/2004);
— il personale della carriera dirigenziale penitenziaria (tale eccezione è stata aggiunta dall'art. 2, comma 2, della L. 154/2005);
— i professori e ricercatori universitari, fino alla disciplina organica della materia.
Il rapporto di (—) sorge a seguito dell'assunzione. Questa avviene con contratto individuale di lavoro mediante (art. 35 del D.Lgs. 165/2001):
— procedure selettive, volte all'accertamento della professionalità richiesta, che garantiscano in misura adeguata l'accesso dall'esterno;
— l'avviamento degli iscritti nelle liste di collocamento ai sensi della legislazione vigente, facendo salvi gli eventuali ulteriori requisiti per specifiche professionalità;
— mediante chiamata numerica degli iscritti nelle apposite liste di collocamento formate dagli appartenenti alle categorie protette.
Fonte della disciplina del rapporto di lavoro è la contrattazione collettiva, che è nazionale e decentrata e si svolge, salvo i casi di esclusione previsti dalla legge, su tutte le materie relative al rapporto di lavoro. In sede di contrattazione collettiva, l'Agenzia per la rappresentanza negoziale [A.R.A.N.] rappresenta la pubblica amministrazione.
Il rapporto di lavoro è disciplinato dalle disposizioni del codice civile (artt. 2082-2134 c.c.) e dalle leggi sul rapporto di lavoro subordinato, fatta eccezione per le disposizioni di tenore diverso contenute nel D.Lgs. 165/2001, ad esempio in materia di mobilità o di mutamento di mansioni.
Una particolare disciplina regola la trasformazione del rapporto di lavoro a tempo parziale [Part-time].
Naturale corollario della privatizzazione del rapporto di (—) è stato il passaggio della giurisdizione dal giudice amministrativo al giudice ordinario in funzione di giudice del lavoro.
Infatti in base a quanto dispone l'art. 63 D.Lgs. 165/2001, le controversie relative ai rapporti di lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni sono devolute al giudice del lavoro. Tale devoluzione, però, è stata disposta solo per le questioni attinenti al periodo del rapporto di lavoro successivo al 30 giugno 1998. Per le controversie relative a questioni attinenti al periodo di lavoro anteriore a tale data, invece, resta ferma la giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo.
In ogni caso (quindi anche dopo il 1 luglio 1998), al giudice amministrativo in sede di giurisdizione esclusiva permane la competenza relativa alle categorie sottratte alla privatizzazione ai sensi dell'art. 3 D.Lgs. 165/2001, nonché le controversie in materia di procedure concorsuali per l'assunzione dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni.