Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
47/4 Compendio di Diritto dell'Unione europea<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XX, pag. 368 € 22,00</span> 45/1 Compendio di Diritto Internazionale Privato e Processuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXI, pag. 288 € 20,00</span> 516/1 Codice breve dell'Unione Europea (Editio minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XI, pag. 2208 € 26,00</span> 46/8 Compendio di Diritto Internazionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VII, pag. 320 € 19,00</span> 516 Codice del Diritto Internazionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XI, pag. 992 € 34,00</span> 339 Concorso 200 Laureati Carriera Prefettizia - Manuale per la prova preselettiva e scritta<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 928 € 40,00</span> 207/1 Elementi di Diritto dell'Unione europea<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 X, pag. 208 € 12,00</span>
LEADER
Leale cooperazione
Legge comunitaria
Legge La Pergola
Leggibilità dei trattati
Legittimità democratica
Legittimo affidamento
Leonardo
Lettera di archiviazione
Lettonia
Libera circolazione dei capitali
Libera circolazione dei lavoratori
Libera circolazione delle merci
Libera circolazione delle persone
Libera circolazione delle prestazioni sociali
Libera pratica
Libera prestazione di servizi
Libertà di stabilimento
LIBOR
Libro bianco
Libro bianco su crescita, competitività e occupazione
Libro bianco sul completamento del mercato interno
Libro verde
Liechtenstein
LIFE
Lingua
Lingue ufficiali
Lituania
Lobbies
Lomé
London Interbank Offered Rate
Lotta contro il razzismo e la xenofobia
Lotta contro il riciclaggio di denaro
Lotta contro il terrorismo
Lotta contro la corruzione
Lotta contro la criminalità organizzata
Lotta contro la droga
Lotta contro le frodi
Lussemburgo
Lussemburgo [Compromesso di]




Se hai apprezzato il nostro dizionario online, puoi acquistare
LX47 Lexicon di Diritto dell'Unione Europea

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario dell\'Unione Europea
Lotta contro il terrorismo artt. 29-31 Trattato sull’Unione europea; Azione comune 15 ottobre 1996, n. 96/610/GAI

L’intervento della Comunità europea volto alla repressione del terrorismo si è reso necessario a partire dagli anni ’70, a seguito del dilagare degli episodi di violenza diretti alla realizzazione di obiettivi di natura politica in alcuni paesi europei.
Un primo tentativo di arginare il fenomeno si è avuto nel 1975 con la costituzione del gruppo Trevi (v.), composto dai Ministri degli Affari interni degli Stati membri, cui furono associati in un secondo tempo anche i Ministri della Giustizia. Uno dei tre sottogruppi nei quali era articolato il gruppo era difatti incaricato di stilare dei rapporti su questioni attinenti il terrorismo. Tuttavia la definizione della base giuridica necessaria all’adozione di provvedimenti incisivi nella lotta al terrorismo si è avuta soltanto con l’introduzione del terzo pilastro (v.) dell’Unione avvenuta ad opera del Trattato di Maastricht.
L’art. K1 del Trattato contemplava la cooperazione di polizia ai fini della prevenzione e della lotta al terrorismo fra le questioni di interesse comune per gli Stati membri.
In questi settori era previsto che il Consiglio potesse, su iniziativa di qualsiasi Stato, adottare posizioni comuni (v.) e azioni comuni (v.), nonché elaborare Convenzioni.
Il 23 novembre 1995 il Consiglio ha adottato la dichiarazione della Gomera, con la quale il terrorismo è stato condannato in qualità di crimine eccezionalmente grave, tale da insidiare i principi democratici e il rispetto dei diritti umani fondamentali.
A norma dell’art. K3 è stata poi adottata l’azione comune del 15 ottobre 1996 sull’istituzione e l’aggiornamento costante di un repertorio delle competenze e delle conoscenze specialistiche nel campo della lotta al terrorismo, al fine di agevolare la cooperazione fra i servizi nazionali degli Stati membri impegnati in questo settore.
Il compito di compilare e di aggiornare regolarmente il repertorio spetta allo Stato membro che esercita la Presidenza del Consiglio (v.), il quale provvederà a incaricare un apposito ufficio quale “responsabile del repertorio”.
I dati da inserire nella raccolta e i successivi aggiornamenti sono forniti dagli Stati membri; il responsabile del repertorio è tenuto a diffondere copie del prontuario ai servizi competenti degli Stati membri, i quali potranno rivolgersi al punto di contatto dello Stato che ha inserito i dati per un eventuale approfondimento.
Il responsabile del repertorio presenta inoltre ogni sei mesi una relazione al Consiglio sull’efficienza del sistema.
La cooperazione fra gli Stati membri nella lotta al terrorismo ha ricevuto un nuovo impulso con il Trattato di Amsterdam (v.). Le disposizioni del Trattato relative alla cooperazione di polizia e giudiziaria in materia penale (v.), prevedono, infatti, l’obbligo giuridico da parte delle autorità giudiziarie e di polizia dei paesi membri di intensificare la reciproca collaborazione nel contrastare il terrorismo (art. 29 TUE).
Al fine di garantire un più elevato livello di sicurezza all’interno dell’Unione è altresì contemplata la cooperazione fra le forze di polizia e le autorità doganali degli Stati membri, sia direttamente che tramite Europol (v.).