Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
L2 Responsabilità per Danni da Cose in Custodia ex art. 2051<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2015 , pag. 288 € 35,00</span> 271/3 Elementi di Appalti di lavori pubblici<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2014 III, pag. 224 € 13,00</span> IP1 Ipercompendio Diritto del Lavoro<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 VI, pag. 272 € 16,00</span> 529/B Concorso 2425 Dirigenti Scolastici - Compendio<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 , pag. 576 € 35,00</span> 325 Vice Ispettori Polizia di Stato - Manuale completo per la preparazione<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 III, pag. 928 € 48,00</span> 35 Compendio di Diritto Bancario<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 XV, pag. 368 € 23,00</span> 217maior Elementi Maior di Diritto Amministrativo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 XXVII, pag. 336 € 16,00</span>
A non domino
A quo
A.R.A.N.
Abbandono del minore
Abbandono della cosa
Abbandono di domicilio
Aberratio
Abigeato
Abilitazione
Abitabilità
Abitazione
Abituale
Abitualità criminosa
Abolitio criminis
Aborto
Abrogazione della legge
Abusi familiari
Abusivismo
Abuso
Accertamenti tecnici non ripetibili
Accertamento
Accessione
Accesso
Accessoria
Accessorium sequitur principale
Accettazione
Accollo
Accomandita
Accordi di ristrutturazione dei debiti
Accordo contrattuale
Accrescimento
Acquiescenza
Acquisto
Acquisto a non domino
Actio interrogatoria
Actiones liberae in causa
Ad nutum
Ad quem
Addizioni
Adempimento
Adminicula servitutis
Adozione
Adulterino
Affidamento
Affiliazione commerciale
Affinità
Affitto
Affrancazione del fondo
Agente
Agenzia
Aggiotaggio
Aggravanti
Albergo
Alberi
Albo professionale
Alea
Aleatorio
Alibi
Alienante
Alimenti
Alluvione
Alto tradimento
Alveo abbandonato
Ambasciata
Ambasciatore
Ambiente
Ammenda
Amministratore
Amministrazione
Ammortizzatori sociali
Amnistia
An debeatur
Anagrafe tributaria
Analogia
Anatocismo
Anno giudiziario
Annullamento
Anticipazione bancaria
Antigiuridicità
Antinomia
Antitrust
Apertura della successione
Apertura di credito
Apolidia
Appalto
Apparenza
Appello
Apposizione dei termini
Appropriazione indebita
Aquiliana
Arbitraggio
Arbitrato
Arbitratore
Archiviazione
Arresti domiciliari
Arresto
Arricchimento ingiustificato
Ascendenti
Asilo politico
Aspettativa
Asse ereditario
Assegno
Assemblea costituente
Assemblea dei soci
Assenza
Assicurazione
Assistenza sociale
Associazione
Associazione in partecipazione
Asta pubblica
Attentato alla Costituzione
Attenuanti
Atti osceni
Atti parlamentari
Atto
Attore
Aumento del capitale
Autarchia
Autenticazione
Authority
Autocertificazione
Autodichia
Autodifesa
Autonomia
Autonomie locali
Autore
Autorità amministrative indipendenti
Autorizzazione
Avallo
Avente causa
Avulsione
Avviamento
Avviso di accertamento
Avviso di liquidazione
Avvocato
Avvocatura dello Stato
Azienda
Aziende autonome
Azionariato
Azione


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Appalto
() concorso (d.amm.)
Nell'appalto pubblico, procedura di scelta del contraente da parte della P.A. che, in tale ipotesi, predispone esclusivamente un progetto preliminare sulla base del quale invita i concorrenti che partecipano alla gara a presentare un progetto esclusivo dell'opera nonché a precisare le condizioni alle quali sono disposti ad eseguire il contratto.
() pubblico (d.amm.)
Contratto a titolo oneroso stipulato per iscritto tra la pubblica amministrazione e un operatore economico, avente ad oggetto l'esecuzione di lavori, la fornitura di prodotti o la prestazione di servizi (art. 3, comma 6, D.Lgs. 163/2006, c.d. Codice dei contratti pubblici).
Si hanno, pertanto, tre diverse tipologie di (—) pubblico, a seconda dell'oggetto:
— (—) pubblici di lavori, avente ad oggetto l'esecuzione o, congiuntamente, la progettazione esecutiva e l'esecuzione di un'opera rispondente alle esigenze specificate dall'amministrazione, sulla base del progetto preliminare posto a base di gara;
— (—) pubblico di forniture, avente ad oggetto l'acquisto, la locazione finanziaria, la locazione o l'acquisto a riscatto, con o senza opzione per l'acquisto, di prodotti;
— (—) pubblico di servizi, avente ad oggetto la prestazione di servizi.
L'(—) pubblico si differenzia dall'(—) privato (nel quale un committente privato affida a un'impresa privata appaltatore il compimento di un'opera o di un servizio) per il procedimento di formazione della volontà della pubblica amministrazione (interamente regolata dal diritto pubblico), per la scelta del contraente (anch'essa regolata da norme pubblicistiche) e per l'oggetto (l'appalto pubblico ricomprende anche la fornitura di un bene già prodotto o realizzato in precedenza).
Per l'individuazione degli offerenti il Codice degli appalti pubblici prevede tre tipi di procedure:
— aperte (ogni operatore economico interessato può presentare un'offerta);
— ristrette (soltanto gli operatori economici invitati dalla pubblica amministrazione possono presentare un'offerta);
— negoziate (possono aver luogo con o senza la pubblicazione di un bando di gara e non possono essere modificate in maniera sostanziale le condizioni iniziali del contratto).
L'amministrazione sceglie l'operatore economico che ha offerto le condizioni più vantaggiose, secondo il criterio del prezzo più basso o dell'offerta economicamente più vantaggiosa.
Alla scelta del contraente seguono la stipulazione del contratto e l'approvazione da parte della competente autorità.
() privato
Con tale contratto una parte (appaltatore) assume, nei confronti della controparte (appaltante o committente), con organizzazione dei mezzi necessari e con gestione a proprio rischio, l'incarico di realizzare un'opera o fornire un servizio, verso corrispettivo in denaro (artt. 1655 ss. c.c.).
È un contratto consensuale, con effetti obbligatori e di carattere personale: ci si affida, infatti, ad un appaltatore invece che ad un altro in considerazione della capacità e della stima di cui gode.
L'obbligazione assunta dall'appaltatore è un'obbligazione di risultato: l'appaltatore, pertanto, è inadempiente se non realizza l'opera o non esegue il servizio, ossia se non procura all'appaltante il risultato pattuito.
L'appaltatore deve compiere, con la propria organizzazione, l'opera che ha assunto e non può ricorrere a sua volta ad un appalto (cd. subappalto) se non è espressamente autorizzato dall'appaltante; deve sopportare i rischi dell'esecuzione e deve garantire l'opera da eventuali difformità e vizi.
Il corrispettivo dell'appalto può essere determinato a corpo (ossia per l'opera nel suo insieme) o a misura (es.: un tanto per ogni mq di costruito); esso è dovuto, salvo gli eventuali accordi, solo quando l'opera, attraverso il collaudo, è stata verificata ed accettata dall'appaltante.
È ammessa la cd. revisione dei prezzi qualora, per effetto di circostanze imprevedibili, si siano verificate, dopo la conclusione del contratto, variazioni nel prezzo dei materiali o della mano d'opera superiori al decimo (art. 1664 c.c.).
Il committente (o appaltante) può recedere dal contratto in qualsiasi momento, anche senza un ragionevole motivo: egli, però, deve tenere indenne l'appaltatore delle spese sostenute, dei lavori eseguiti e del mancato guadagno.