Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
519/1 Codice Tributario (Editio minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXI, pag. 1056 € 18,00</span> 54/3 Corso Completo per la prova scritta dell'Esame di Avvocato<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XIV, pag. 256 + 256 + 336 € 48,00</span> 333 Concorso 50 Assistenti Parlamentari alla Camera<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 , pag. 736 € 35,00</span> 526/4 La prova di INGLESE per i concorsi nella scuola<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 , pag. 320 € 24,00</span> 324 Concorso INPS 2020 - 3650 Quiz commentati per la preparazione alle prove preselettive e oggettivo-attitudinali dei concorsi INPS<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 , pag. 816 € 32,00</span> 40/1 Compendio di Organizzazione aziendale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VI, pag. 192 € 18,00</span>
P.I.P.
P.M.
P.M.I.
P.Q.M.
Pacchetto
Pacta sunt servanda
Pactum de non petendo
Pactum de retrovendendo
Pactum fiduciae
Paesaggio
Paga base
Pagamento
Pagherò cambiario
PagoBancomat
Par condicio
Parafiscalità
Parastato
Parasubordinazione
Parcella
Parchi
Parentela
Parere
Pari causa turpitudinis
Pari opportunità tra uomo e donna
Parità retributiva
Parlamento
Parricidio
Part time
Parte
Partecipazione
Parti comuni di un edificio
Particella catastale
Partita I.V.A.
Partiti politici
Passaggio
Passaporto diplomatico
Passivo
Paternità
Patologia del negozio giuridico
Patria
Patrimonialità
Patrimonio
Patrocinio
Patronage
Patronato
Patteggiamento
Patti lateranensi
Patto
Pauliana
Peace keeping
Peculato
Pedofilia
Pegno
Pena
Pendenza
Pensiero
Pensione
Pentimento operoso
Percosse
Perdono giudiziale
Perenzione
Perequazione tributaria
Pericolo
Pericolosità sociale
Periodo di comporto
Periodo d’imposta
Perizia
Permanente
Permesso
Permuta
Perpetuatio
Perquisizione
Persona
Personalità
Pertinenza
Petitorie e possessorie
Petitum
Petizione
Pianificazione
Piano
Piattaforma continentale
Piazzista
Picchettaggio
Piccola società cooperativa
Piede libero
Pigione
Pignorabilità dei beni
Pignoramento
Plagio
Plenipotenziari
Pluralismo
Plurioffensivo (reato)
Plusvalenza
Polizia
Polizza
Popolo
Pornografia minorile
Portierato
Possesso
Possessorie
Possideo quia possideo
Postilla
Potere
Potestà
Poveri
Prassi
Praticantato
Preavviso
Precario
Precettazione
Precetto
Precisazione delle conclusioni
Preclusione
Prefetto
Prelazione
Prelegato
Preleggi
Preliminare
Premeditazione
Premio
Premorienza
Prepensionamento
Prescrizione
Presidente
Presidenzialismo
Prestatore di lavoro
Prestazione
Presunzione
Presupposizione
Preterintenzione
Preterizione
Previdenza
Prezzo
Prigionieri di guerra
Primarie
Principi
Prior in tempore potior in iure
Privacy
Privativa
Privatizzazione
Privilegio
Probatio diabolica
Probation processuale
Probiviri
Procacciatore d’affari
Procedimenti
Procedimento
Procedura
Procedure concorsuali
Processo
Proclami pubblici
Procura
Procura della Repubblica
Procuratore
Prodigalità
Prodotti finanziari
Produttore
Professionalità nel reato
Professione intellettuale
Profitto
Profughi
Progetto individuale di inserimento
Progressione criminosa
Progressività del sistema tributario
Progressivo
Promessa
Promotore finanziario
Promulgazione delle leggi
Proporzionale
Proposta contrattuale
Proposta di legge
Proprietà
Proprio
Prorogatio
Proscioglimento
Prostituzione
Protesto
Protutore
Prova
Provincia
Provocazione
Provvedimenti
Provvigione
Provvisionale
Provvisoria esecuzione
Pubblica amministrazione
Pubblicazione
Pubblicità
Pubblico
Puntuazione
Purgazione
Putativo


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Interpretazione (teoria gen.)
Con tale termine si intende l'attività diretta a ricercare e a precisare il significato da attribuire a un atto normativo o negoziale.
() analogica
L'(—) è l'attività interpretativa che viene espletata nelle ipotesi in cui un caso concreto non possa essere risolto applicando una norma preesistente dell'ordinamento giuridico, quando, cioè, ci si trovi in presenza di una lacuna del diritto.
Quando ciò accade, il secondo comma dell'art. 12 disp. prel. c.c. dispone che il giudice-interprete tenga conto delle disposizioni che regolano casi simili o materie analoghe e, se il caso rimane ancora dubbio, decida secondo i principi generali dell'ordinamento giuridico dello Stato.
Il procedimento di integrazione del diritto si articola, quindi, in due momenti successivi:
— innanzitutto il giudice può avvalersi del ragionamento analogico (cd. analogia legis o analogia di legge), vale a dire può applicare alla fattispecie soggetta alla sua attenzione la disciplina prevista per altra fattispecie, laddove ritenga di poter accomunare entrambe sotto la stessa ratio (o principio), dalla quale non può che derivare una stessa conseguenza giuridica;
— qualora il ragionamento analogico non sia sufficiente a risolvere il caso concreto, il giudice non può affidarsi a criteri esterni al diritto positivo (diritto naturale, coscienza individuale del giudice etc.), ma deve ricorrere ai principi generali dell'ordinamento giuridico, sanciti dalla Costituzione o ricavabili da norme di legge (analogia iuris).
La (—) non può essere applicata alle norme penali ed eccezionali (art. 14 disp. prel. c.c.); nel primo caso, ad escluderlo è il principio di legalità penale, sancito dall'art. 25 Cost., in base al quale nessuno può essere punito per un fatto che non era considerato reato nel momento in cui è stato compiuto; nel secondo è il carattere derogatorio delle leggi eccezionali ad escluderlo.
() del contratto
Le regole di (—) del contratto, applicabili in quanto compatibili anche agli altri negozi, vengono suddivise in regole di (—) soggettiva, quando sono dirette a ricercare la volontà delle parti che si è estrinsecata nell'atto (artt. 1362-1365 c.c.) e regole di (—) oggettiva (artt. 1367-1371 c.c.), che pongono canoni interpretativi sussidiari diretti a dare un significato al negozio quando le regole di (—) soggettiva non riescono ad individuare la reale volontà delle parti.
L'art. 1366 c.c., poi, pone una norma interpretativa che si riferisce ad entrambe le (—), soggettiva ed oggettiva, disponendo che il contratto deve, in ogni caso, essere interpretato secondo buona fede.
Per i contratti di lavoro subordinato nell'ambito del commercio, artigianato e agricoltura, assume rilievo l'(—) secondo gli usi.
() della legge
Il primo comma dell'art. 12 delle Disposizioni sulla legge in generale prevede che nell'applicare la legge non si deve ad essa attribuire alcun significato se non quello palesato dal significato delle parole, secondo la connessione di esse, e dalla intenzione del legislatore.
La giurisprudenza, piuttosto oscillante sul punto, sembra orientarsi a ritenere che:
— per significato proprio deve intendersi, a seconda delle circostanze, il significato d'uso comune oppure quello tecnico-giuridico dei vocaboli usati nel testo normativo;
— l'intenzione del legislatore corrisponde alla volontà oggettivata nella norma, quale risulta dalla sua formulazione e dall'armonica coesistenza di essa con le altre parti del sistema normativo, e non alla volontà soggettiva del legislatore. I lavori preparatori, quindi, non possono mai assumere rilevanza decisiva ai fini dell'(—);
 la ricerca dell'intenzione del legislatore costituisce un criterio sussidiario rispetto a quello dell'(—) letterale;
— sia sempre possibile, anzi necessaria, un'(—) sistematica ed adeguatrice delle norme.
() del testamento
Si applicano le principali regole interpretative dettate per i contratti.
Occorre però precisare che:
— le espressioni usate dal testatore devono essere interpretate nel significato che esse avevano nelle sue intenzioni, e non per il loro significato giuridico;
— rileva solo la volontà scritta: nessuna importanza può attribuirsi ad una volontà non scritta (pur se presumibilmente esistente), in quanto occorre ricercare la volontà del testatore espressa nel testamento;
— si può far ricorso ad elementi esterni al testamento solo per interpretare espressioni oscure.