Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
L65/A L'Invalidità Civile<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 VII, pag. 496 € 48,00</span> IP5 Ipercompendio Diritto Civile<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 X, pag. 320 € 16,00</span> 526/3 Le Competenze Informatiche del Docente<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 336 € 22,00</span> 526/A Concorso Scuola dell’Infanzia e Primaria - Manuale completo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 III, pag. 800 € 44,00</span> 54A/2 I Quaderni del praticante Avvocato - Diritto Costituzionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 X, pag. 288 € 17,00</span> OP2 Codice di Procedura Civile Operativo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XIV, pag. 2656 € 84,00</span> 330 Il Vigile Urbano - Agenti e Ufficiali della Polizia Locale: Municipale e Provinciale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XXXVII, pag. 1160 € 40,00</span>
I.C.I.
I.N.A.I.L.
I.N.P.D.A.I.
I.N.P.D.A.P.
I.N.P.S.
I.P.A.B.
I.R.A.P.
I.R.E.
I.R.E.S.
I.R.PE.F.
I.S.O.
I.V.A.
Identificazione
Identikit
Identità personale
Igiene e sicurezza del lavoro
Ignorantia legis non excusat
Illecito
Illegalità del negozio
Illegittimità
Illiceità del negozio
Imitazione servile
Immagine
Immemorabile
Immigrazione
Immissioni
Immobili
Immunità
Impiegato
Impiego
Impignorabilità
Imponibile
Impossibilità della prestazione
Imposta
Imprenditore
Impresa
Imprescrittibilità
Improcedibilità
Impronte digitali
Impugnazione
Imputabilità
Imputato
Imputazione
In claris non fit interpretatio
Inabilitazione
Inadempimento
Inadimplenti non est adimplendum
Inalienabilità
Inammissibilità
Inappellabilità
Inaudita altera parte
Incanto
Incapacità
Incauto acquisto
Incentivo fiscale
Incesto
Inchiesta parlamentare
Incidente probatorio
Incompetenza
Incorporazione
Incostituzionalità della legge
Indagato
Indagini
Indebito
Indegnità a succedere
Indennità
Indicato al bisogno
Indicazione di pagamento
Indici di borsa
Indignus potest capere, sed non potest retinere
Indirizzo
Indizio
Indulto
Inefficacia del negozio giuridico
Ineleggibilità
Inesistenza
Infermità di mente
Informazione
Infortunio sul lavoro
Ingiunzione
Ingiuria
Inibitoria
Iniziativa economica privata
Iniziativa legislativa
Inopponibilità
Inquinamento delle prove
Insegna
Insegnamento
Inserzione di clausole
Insider trading
Insindacabilità
Insolvenza
Institore
Institutio ex re certa
Insufficienza di prove
Insula in flumine nata
Integrazione
Inter vivos
Intercettazione di conversazioni o comunicazioni
Interclusione del fondo
Interdittive (misure)
Interdizione
Interesse
Interessi
Interim
Interinale
Intermediazione
Interna corporis
Interpellanza parlamentare
Interpol
Interposizione di persona
Interpretazione
Interprete
Interrogatorio
Interrogazione parlamentare
Interruzione del processo
Intervento
Interversione del possesso
Intesa di programma
Intifada
Intimazione
Intra vires (hereditatis)
Intuitu personae
Invalidi
Invalidità
Inventario
Invenzione
Invenzione industriale
Inversione dell’onere della prova
Invito
Ipoteca
Irregolarità
IS.V.A.P.
Iscrizione a ruolo
Iscrizione ipotecaria
Isola
Ispettorato del lavoro
Ispettore di polizia
Ispezione
Istanza
ISTAT
Istituto di patronato e assistenza sociale
Istituto nazionale della previdenza sociale
Istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell’amministrazione pubblica
Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo
Istituzione di erede
Istruzione
Iter legislativo
Iura novit curia
Ius superveniens
Iussu judicis
Iuxta alligata et probata (judex judicare debet)


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Invalidità
(—) dell'atto amministrativo (d. amm.)
L'atto amministrativo è affetto da (—) quando è difforme dalla norma che lo disciplina.
In relazione alla natura della norma rispetto alla quale si verifica tale difformità, parte della dottrina ha ritenuto possibile individuare due grandi categorie di vizi dell'atto amministrativo. Se la norma è una norma giuridica, il vizio che consegue sarà un vizio di legittimità e l'atto sarà illegittimo per mancanza dei requisiti di legge [Illegittimità].
Se, invece, la norma non è giuridica, ma è una norma di buona amministrazione (che impone alla P.A. di attenersi, nell'esercizio dei suoi poteri discrezionali, a criteri di opportunità e di convenienza), il vizio intrinseco all'atto sarà un vizio di merito e l'atto sarà inopportuno.
L'atto illegittimo, in particolare, può essere viziato in modo più o meno grave: si delineano così le due categorie della nullità e dell'annullabilità [Annullamento].
L'atto amministrativo è nullo se è manchevole di taluno degli elementi essenziali richiesti dalla legge, se è viziato da difetto assoluto di attribuzione, se è stato adottato in violazione o elusione del giudicato, nonché negli altri casi espressamente previsti dalla legge; è annullabile quando taluno di questi elementi non manchi, ma sia viziato (quando sia stato adottato in violazione di legge o sia viziato da eccesso di potere o da incompetenza).
L'(—) può essere:
— testuale o virtuale, a seconda che sia espressamente comminata dalla legge oppure si desuma, attraverso l'interpretazione, dal sistema normativo;
— totale o parziale, a seconda che afferisca all'atto nella sua interezza oppure concerna solo una parte di esso;
— diretta o derivata. L'(—) è derivata quando per la connessione con un altro atto precedente, la (—) di quest'ultimo compromette la validità di quello successivo che di per sé potrebbe essere legittimo.
Rilevanti disposizioni sono state dettate dalla L. 11-2-2005, n. 15, che ha aggiunto il Capo IVbis alla L. 241/1990, interamente dedicato all'efficacia ed invalidità del provvedimento amministrativo. Tale legge di riforma della normativa sul procedimento amministrativo comprime l'area delle (—): sono da considerarsi invalidi solo i provvedimenti amministrativi viziati da violazione di norme di carattere sostanziale; le violazioni di carattere formale o procedimentale, invece, non danno luogo ad annullabilità del provvedimento laddove il contenuto dello stesso non avrebbe potuto essere diverso da quello in concreto adottato (art. 21octies). Analogamente, non è annullabile il provvedimento per mancata comunicazione dell'avvio del procedimento, se la P.A. dimostra in giudizio che il contenuto del provvedimento non avrebbe potuto essere diverso da quello in concreto adottato.
() dell'atto processuale (d. proc. civ.)
I vizi degli atti processuali sono determinati dalla violazione delle norme che regolano lo svolgimento del processo. In particolare:
— si ha inesistenza, in senso giuridico, quando vi sono vizi così gravi da rendere l'atto che si è compiuto assolutamente diverso da quello previsto dalla legge;
— si ha nullità, quando il vizio è così grave da impedire il raggiungimento dello scopo dell'atto;
— si ha irregolarità, quando il vizio consente ugualmente all'atto di produrre effetti, ma comporta la necessità di una regolarizzazione o sanzioni sul piano disciplinare.
() del negozio (d. civ.)
Quando un atto di autonomia non presenta tutti i connotati che una norma giuridica prevede perché possa considerarsi come fonte di autoregolamento di privati interessi, si dice che è affetto da (—).
L'(—) va distinta dalla irrilevanza, che qualifica come non meritevole di interesse da parte dell'ordinamento giuridico un dato accadimento.
L'(—) va opportunamente distinta anche dalla inesistenza vale a dire dall'assenza di quegli elementi minimi che consentono di riconoscere nell'atto uno strumento di autonomia negoziale.
La (—) può assumere due aspetti: la nullità e la annullabilità [Annullamento] a seconda che le norme violate siano state poste a tutela di un interesse generale o di un interesse particolare dei contraenti.
Nell'ambito della patologia negoziale molti autori inseriscono la figura della rescindibilità [Rescissione; Responsabilità (precontrattuale); Matrimonio].