Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
C4 Codice di Procedura Penale - Annotato con la Giurisprudenza + Appendice di aggiornamento novembre 2020<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >Settembre 2020 XXVII, pag. 2272 € 65,00</span> 503/3 Codice Penale e di Procedura Penale Minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXXV Settembre, pag. 1824 € 25,00</span> 511/1 Quattro Codici Minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XVIII, pag. 1824 € 26,00</span> E4/A Codice di Procedura Penale Esplicato minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXIII Settembre, pag. 992 € 20,00</span> 7 Manuale di Diritto Processuale Penale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXVII, pag. 880 € 36,00</span> 63 Scuole di Specializzazione per le professioni legali - Quiz<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XVII, pag. 560 € 35,00</span> 63/1 Scuole di Specializzazione per le Professioni Legali - Manuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XVII, pag. 960 € 40,00</span>
D.I.A. [Dichiarazione di inizio attività]
D.I.A. [Direzione investigativa antimafia]
D.N.A.
D.O.C.
D.O.P.
Danneggiamento
Danneggiato dal reato
Danno
Danno temuto
Dante causa
Datio in solutum
Dato personale
Datore di lavoro
Dazi doganali
Dazione in pagamento
De cuius
Debito
Debitore
Decadenza
Decartolizzazione
Decentramento amministrativo
Decisione
Decreto
Deduzioni
Deferimento del giuramento
Delazione
Delegazione
Delegificazione
Delibere assembleari
Delinquente abituale
Delinquente per tendenza
Delinquente professionale
Delitto
Demanio
Demansionamento
Democrazia
Denominazione
Denuncia
Depenalizzazione
Deposito
Deputati
Deregulation
Derelizione
Destinazione del padre di famiglia
Desuetudine
Detenuto
Detenzione
Detrazione d’imposta
Devastazione, saccheggio o strage
Devolution
Devoluzione
Diaria
Dibattimento
Dicastero
Dichiarazione
Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo
Dies a quo
Dies ad quem
Difensore
Difesa
Difetto di giurisdizione
Diffamazione
Diffida ad adempiere
Dilazione del pagamento
Diligenza
Dimissioni
Dimora
Dipartimenti
Dipendente
Dipendenti pubblici
Dipendenza
Diplomazia
Direttiva
Direttore generale (o city manager)
Direttori generali
Direzione
Direzioni regionali e provinciali del lavoro
Dirigenti
Diritti
Diritto
Discendente
Disconoscimento della paternità
Disconoscimento di scrittura privata
Discovery
Discrezionalità
Discussione
Disdetta
Disegno di legge
Disegno ornamentale
Diseredazione
Disoccupazione
Dispacci
Dispensa dalla collazione
Dispensa dall’imputazione
Disponibile
Dispositivo
Disposizioni
Dissenso politico
Dissociato
Distanze
Distretto giudiziario
Distribuzione
Distruzione e deturpamento di bellezze naturali
Ditta
Diuturnitas
Dividendo
Divieto di espatrio
Divieto di nozze
Divieto di soggiorno
Divieto e obbligo di dimora
Divisione
Divorzio
Documento
Dogana
Dolo
Domanda accessoria
Domanda giudiziale
Domanda riconvenzionale
Domande suggestive
Domicilio
Donazione
Donna
Dont
Doppia imposizione
Doppio binario
Doppio grado di giurisdizione
Dotazione organica
Dottrina
Dovere
Dow Jones
Drenaggio fiscale
Duty free shop


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Archiviazione (d. proc. pen.)
Al termine delle indagini preliminari il P.M. può esercitare l'azione penale mediante la formulazione dell'imputazione (art. 405), oppure può chiedere l'(—), cioè la chiusura del procedimento penale senza formulare accuse. Presupposto di essa è l'infondatezza della notitia criminis (artt. 408 e 125 disp. att. c.p.p.) o la concreta non esercitabilità dell'azione penale per difetto di una condizione di procedibilità, per l'esistenza di una causa di estinzione del reato (art. 411) o per la mancata identificazione dell'autore di esso (art. 415).
Un'ulteriore ipotesi di (—) è stata di recente introdotta dalla L. 20-2-2006, n. 46 che, modificando il testo dell'art. 405 c.p.p., ha previsto l'obbligo per il P.M. di richiedere l'() ove la Corte di Cassazione, chiamata a pronunciarsi sul provvedimento del giudice in merito alla richiesta di una misura cautelare personale [Misure (cautelari)], abbia ritenuto la insussistenza dei gravi indizi di colpevolezza e non siano stati successivamente acquisiti ulteriori elementi di prova a carico.
La richiesta di (—) è notificata a cura del P.M. alla persona offesa che, nella notizia di reato o successivamente, abbia dichiarato di voler essere informato. Molto si discute in dottrina ed in giurisprudenza sulla qualifica di persona offesa (e del diritto di essere avvisato in caso di richiesta di archiviazione) nei reati contro la pubblica amministrazione, nei reati di falso e nei reati contro l'amministrazione della giustizia. Secondo il più recente orientamento si tratta di reati plurioffensivi e pertanto titolare del diritto di essere avvisato è anche la persona fisica in concreto danneggiata dal reato.
L'(—) è sottoposta alla verifica e al vaglio del G.I.P., spettando al P.M. solo un potere di richiesta. In presenza di tale richiesta il G.I.P. può accoglierla pronunciando decreto motivato di (—), senza particolare formalità. Qualora, invece, vi sia l'opposizione della persona offesa o il G.I.P. ritenga opportuno un più approfondito vaglio della richiesta del P.M., fissa un'apposita udienza e procede in camera di consiglio (art. 127).
In tale sede il G.I.P. può accogliere la richiesta di (—) emettendo ordinanza e non decreto; può disporre il compimento di ulteriori indagini da parte del P.M.; può, infine, rigettare la richiesta di (—) e disporre che il P.M. formuli l'imputazione chiedendo il rinvio a giudizio.
Il provvedimento di (—) non impedisce la riapertura delle indagini preliminari in presenza dell'esigenza di nuove investigazioni, previo decreto motivato del G.I.P. (art. 414).
A seguito dell'intervento della L. 16-12-1999, n. 479 (artt. 15 e 17) è previsto che il provvedimento di (—) sia notificato alla persona sottoposta alle indagini qualora sia stata applicata nei suoi confronti la custodia cautelare (art. 409) nonché che il P.M. notifichi all'indagato avviso della conclusione delle indagini preliminari qualora non debba formulare la richiesta di (—) (art. 415bis).
() probatoria
Dispone l'art. 125 disp. att. c.p.p. che il P.M. chiede l'archiviazione quando ritiene infondata la notizia di reato, perché gli elementi di prova acquisiti nelle indagini preliminari non sono idonei a sostenere l'accusa in giudizio. Dalla formulazione della norma si evince che l'archiviazione viene chiesta non solo in presenza positiva dell'infondatezza della notitia criminis, ma anche quando l'insufficienza o contraddittorietà delle fonti di prova raccolte non consente al P.M. di prevedere di poter sostenere con esito positivo l'accusa in dibattimento. In tal caso si parla di archiviazione probatoria, determinata cioè dalla mancanza od insufficienza delle fonti di prova d'accusa.