Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
C4 Codice di Procedura Penale - Annotato con la Giurisprudenza + Appendice di aggiornamento novembre 2020<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >Settembre 2020 XXVII, pag. 2272 € 65,00</span> 503/3 Codice Penale e di Procedura Penale Minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXXV Settembre, pag. 1824 € 25,00</span> 511/1 Quattro Codici Minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XVIII, pag. 1824 € 26,00</span> E4/A Codice di Procedura Penale Esplicato minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXIII Settembre, pag. 992 € 20,00</span> 7 Manuale di Diritto Processuale Penale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXVII, pag. 880 € 36,00</span> 63 Scuole di Specializzazione per le professioni legali - Quiz<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XVII, pag. 560 € 35,00</span> 63/1 Scuole di Specializzazione per le Professioni Legali - Manuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XVII, pag. 960 € 40,00</span>
F.A.O.
F.M.I.
F.P.L.D.
Facta concludentia
Factoring
Fallimento
Falsa testimonianza
Falsità materiale e falsità ideologica
Falso
Falsus procurator
Famiglia
Fasce deboli
Fascismo
Fatti notori
Fattispecie
Fatto giuridico
Fatto illecito
Fattura
Favor
Favoreggiamento
Fecondazione artificiale
Fede
Fedecommesso
Fedeltà
Federalismo
Ferie
Fermo
Festività
Festivo
Fictio iuris
Fideiussione
Fido bancario
Fiducia
Figlio
Filiazione
Financial futures
Finanziamento dei partiti
Finestra
Firma
Fiscal drag
Fiscalizzazione degli oneri sociali
Fisco
Fitto
Flagranza
Flessibilità nell’impiego di forza lavoro
Flottante
Foglio di via
Fomazione del passivo
Fondazione
Fondo comune di investimento
Fondo di garanzia per il trattamento di fine rapporto
Fondo Monetario Internazionale
Fondo nazionale per le politiche sociali
Fondo patrimoniale
Fondo pensione
Fondo pensioni lavoratori dipendenti
Fondo perequativo
Fondo sostitutivo
Fonti del diritto
Food and Agricultural Organization
Forma del negozio giuridico
Forma di governo
Forma di Stato
Formazione continua
Formazione professionale
Formazioni sociali
Formula esecutiva
Formulari
Foro
Forum
Forza maggiore
Forze armate
Forze di pace dell’O.N.U.
Franchi tiratori
Franchigia
Franchising
Frazionamento
Free-lance
Frode
Frutti
Fumo passivo


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Archiviazione (d. proc. pen.)
Al termine delle indagini preliminari il P.M. può esercitare l'azione penale mediante la formulazione dell'imputazione (art. 405), oppure può chiedere l'(—), cioè la chiusura del procedimento penale senza formulare accuse. Presupposto di essa è l'infondatezza della notitia criminis (artt. 408 e 125 disp. att. c.p.p.) o la concreta non esercitabilità dell'azione penale per difetto di una condizione di procedibilità, per l'esistenza di una causa di estinzione del reato (art. 411) o per la mancata identificazione dell'autore di esso (art. 415).
Un'ulteriore ipotesi di (—) è stata di recente introdotta dalla L. 20-2-2006, n. 46 che, modificando il testo dell'art. 405 c.p.p., ha previsto l'obbligo per il P.M. di richiedere l'() ove la Corte di Cassazione, chiamata a pronunciarsi sul provvedimento del giudice in merito alla richiesta di una misura cautelare personale [Misure (cautelari)], abbia ritenuto la insussistenza dei gravi indizi di colpevolezza e non siano stati successivamente acquisiti ulteriori elementi di prova a carico.
La richiesta di (—) è notificata a cura del P.M. alla persona offesa che, nella notizia di reato o successivamente, abbia dichiarato di voler essere informato. Molto si discute in dottrina ed in giurisprudenza sulla qualifica di persona offesa (e del diritto di essere avvisato in caso di richiesta di archiviazione) nei reati contro la pubblica amministrazione, nei reati di falso e nei reati contro l'amministrazione della giustizia. Secondo il più recente orientamento si tratta di reati plurioffensivi e pertanto titolare del diritto di essere avvisato è anche la persona fisica in concreto danneggiata dal reato.
L'(—) è sottoposta alla verifica e al vaglio del G.I.P., spettando al P.M. solo un potere di richiesta. In presenza di tale richiesta il G.I.P. può accoglierla pronunciando decreto motivato di (—), senza particolare formalità. Qualora, invece, vi sia l'opposizione della persona offesa o il G.I.P. ritenga opportuno un più approfondito vaglio della richiesta del P.M., fissa un'apposita udienza e procede in camera di consiglio (art. 127).
In tale sede il G.I.P. può accogliere la richiesta di (—) emettendo ordinanza e non decreto; può disporre il compimento di ulteriori indagini da parte del P.M.; può, infine, rigettare la richiesta di (—) e disporre che il P.M. formuli l'imputazione chiedendo il rinvio a giudizio.
Il provvedimento di (—) non impedisce la riapertura delle indagini preliminari in presenza dell'esigenza di nuove investigazioni, previo decreto motivato del G.I.P. (art. 414).
A seguito dell'intervento della L. 16-12-1999, n. 479 (artt. 15 e 17) è previsto che il provvedimento di (—) sia notificato alla persona sottoposta alle indagini qualora sia stata applicata nei suoi confronti la custodia cautelare (art. 409) nonché che il P.M. notifichi all'indagato avviso della conclusione delle indagini preliminari qualora non debba formulare la richiesta di (—) (art. 415bis).
() probatoria
Dispone l'art. 125 disp. att. c.p.p. che il P.M. chiede l'archiviazione quando ritiene infondata la notizia di reato, perché gli elementi di prova acquisiti nelle indagini preliminari non sono idonei a sostenere l'accusa in giudizio. Dalla formulazione della norma si evince che l'archiviazione viene chiesta non solo in presenza positiva dell'infondatezza della notitia criminis, ma anche quando l'insufficienza o contraddittorietà delle fonti di prova raccolte non consente al P.M. di prevedere di poter sostenere con esito positivo l'accusa in dibattimento. In tal caso si parla di archiviazione probatoria, determinata cioè dalla mancanza od insufficienza delle fonti di prova d'accusa.