Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di ContabilitÓ e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
21/3 Schemi & Schede di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 III, pag. 160 Ç 10,00</span> 583 Dizionario Giuridico Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 VI, pag. 560 Ç 15,00</span> 21 Il nuovo Manuale di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 VII, pag. 528 Ç 22,00</span> 17 Il nuovo Manuale di Storia del Diritto Romano (Diritto pubblico romano)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 V, pag. 272 Ç 20,00</span> IP9 Ipercompendio Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 III, pag. 240 Ç 10,00</span> 21/2 Compendio di Isitituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2015 VI, pag. 256 Ç 18,00</span> 17/4 Compendio di Storia del Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2014 IV, pag. 288 Ç 17,00</span> 17/2 Prepararsi per l'esame di Storia del Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2009 , pag. 160 Ç 8,00</span>
Da mihi fÓctum, dÓbo tibi i¨s
Dacia
Dalmatia
DamnÓtio ad bestias
DamnÓtio ad metÓlla
Damnatio in ˛pus publicum
Damnatio mem˛riŠ
Damn˛sa herŔditas
DÓmnum emŔrgens
Damnum infŔctum
DÓmnum ini¨ria dÓtum
Damnum lŔgis AquiliŠ
Dan¨bius (o Dan¨vius)
DÓtio ad experiŔndum, inspiciŔndum, vendŔndum
Datio bon˛rum possessi˛nis
Datio d˛tis
DÓtio in sol¨tum
Datio in sol¨tum necessaria
Datio i¨dicis (vel iudicis nominÓtio)
DÓtio magistrÓtus
Datio tut˛ris testamentÓria
De c¨ius
De dýe in diem
De i¨re condŔndo
De lŔgibus
De republica
De sciŔntia - De veritÓte
De tŔstibus liber singulÓris
De usurpati˛nibus
De výris ill¨stribus
De vita CŠsarum
De vita et m˛ribus M. Catonis Cens˛ris
De vita M. Tulli Ciceronis
DŔbitor
DecemvirÓto
DecŔmviri
DecŔmviri lŔgibus scrib¨ndis
Decemviri sacris faci¨ndis
Decemviri stlýtibus iudicÓndis
DecŔptor - DecŔptus
Decio
DecrŔta
DecrŔtum
Decretum divi Marci
Decumani
Dec¨ria
DedicÓtio
Deditýcii
Dediticii AeliÓni
Dedýtio
Ded¨ctio coloniÓrum
Deductio servit¨tis
Ded¨ctio ususfr¨ctus
Deductio ux˛ris in domum marýti
DefŔnsor
Defensor civitÓtis
Defensor plŔbis
Defensor pupilli
DeiŔctum
DelÓtio
Delatio ab intestÓto
Delatio contra tÓbulas
Delatio testamentaria
Delati˛nis transmýssio
DelegÓtio
DelegÓtio promittŔndi
Delegatio solvŔndi
DelegÓtus non p˛test delegÓre
Delicta iuris gentium
Delýctum
Delitti contro la religione
DŔmens
Demin¨tio cÓpitis
DemonstrÓtio
Demosioi gheorgoi
DenÓrius AntoniniÓnus
DenÓrius aureus
Denarius nummus
DenegÓtio acti˛nis
DenuntiÓtio
DenuntiÓtio lýtis
DeportÓtio in ýnsulam
Dep˛situm
Depositum in sequŔstrem
Depositum in Šde publica
Depositum irregulÓre
Dep˛situm miserÓbile
Depositum necessÓrium
Derelýctio
DesŔrtio
DestinÓtio magistrÓtuum
DestinÓtio patris familias
Desuet¨do
Detentio
DetestÓtio sacr˛rum
Detracta rei certŠ mentione
DictÓtor
DictÓtor perpŔtuus
Didio Severo Giuliano
Dýes
Dies a quo
Dies a quo non computÓtur in termino, dies ad quem computÓtur
Dýes ad quem
Dies cŔdens
Dies comitiales
Dies domýnicus non est iurýdicus
Dies endotercisi
Dies fasti
Dies interpŔllat pro h˛mine
Dýes nefasti
Dies vŔniens
DiffarreÓtio
DigŔsta seu PandŔctŠ
DiligŔntia boni patris familias
Diligentia bonissimi patris familias
Diligentia quam in s¨is
Diocleziano
Dionigi di Alicarnasso
Diritto
Diritto penale romano
Diritto romano (studio storico del)
DissŔnsus
Divinatio
Divýsio inter lýberos
Div˛rtium
Do ut des
Do ut fÓcias
D˛lus
Dolus bonus
Dolus cÓusam dans
Dolus ýncidens
Dolus malus
Dolus prŠsens
Dolus semper prŠstatur
Domicilium
DominÓtus
Domýnica potŔstas
Domýnium
Dominium duplex
Domýnium ex i¨re Quirýtium
D˛minus neg˛tii
D˛minus, dominus ex iure Quiritium
Domiziano
D˛mum i¨dicis ýngredi
DonÓtio
Donatio ante n¨ptias
DonÓtio m˛rtis cÓusa
DonÓtio ob cÓusam
Donatio perfŔcta
Donatio pr˛pter n¨ptias
Donatio sub m˛do
Donatio testamŔnto relýcta
DonÓtum
Doroteo
Dos
Dos adventýcia
Dos profectýcia
Dos receptýcia
Dos ŠstimÓta
Dotis dÓtio
Dotis dýctio
D˛tis ŠstimÓtio
Druso, Livio
D¨ctio in výncula
Duello giudiziario
Du˛rum vel pl¨rium in s˛lidum domýnium esse non p˛test
Duoviri (duumviri) perduelli˛nis
Duoviri i¨re dic¨ndo
Duoviri navales
Duoviri prŠt˛res
Duoviri quinquennÓles
Duoviri sÓcris faci¨ndis
Duoviri viis extra ¨rbem purgÓndis
Du˛viri Šdýles
Duplex domýnium
DuplicÓtio
Dupondii
Dura lex, sed lex
DuŠ res, vel pl¨res, sunt in obligati˛ne; una Óutem in soluti˛ne



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Storico-Giuridico Romano
D˛lus [Dolo]

Ľ Vizio della volontÓ [cfr. artt. 1439-1440 c.c.].
Il (Ś) rilevante quale vizio della volontÓ nella conclusione di un negozio giuridico (in conficiŔndo negotio) si connotava quale d˛lus malus e consisteva nel comportamento inescusabilmente malizioso, fatto di raggiri e artifizi, di un soggetto (c.d. decŔptor) nei riguardi di un altro soggetto (c.d. decŔptus) con cui fosse in trattative o in rapporti giuridici, allo scopo e con gli effetti di indurlo ad unĺazione pregiudizievole dei propri interessi.
Diverso dal (Ś) malus era il (Ś) bonus, che consisteva in una tollerabile abilitÓ (fatta eventualmente di piccoli, innocui espedienti) nel curare i propri interessi e non costituiva vizio della volontÓ.
Lĺelaborazione del dolo (nella forma di dolus malus) quale vizio della volontÓ negoziale Ŕ frutto della giurisprudenza preclassica e classica, che distinse tra:
Ś dolo determinante (cÓusam dans), che comportava la nullitÓ del negozio, in quanto determinava nel contraente una falsa rappresentazione della realtÓ, che, fuorviandolo, lo induceva alla conclusione di un contratto, altrimenti non voluto;
Ś dolo incidente (ýncidens), che induceva la controparte alla stipulazione di un contratto a condizioni diverse da quelle volute.
Questo tipo di comportamento non determinava la nullitÓ dellĺatto; la parte caduta in errore, per˛, aveva diritto ad un indennizzo oppure ad ottenere la giusta prestazione.
La repressione del dolo fu, in origine, unĺinnovazione pretoria, che Cicerone, in particolare, attribuisce ad Aquilio Gallo [vedi]. Tra i rimedi apprestati in favore del cd. decŔptus (cioŔ la vittima del dolo) ricordiamo:
Ś lĺÓctio de dolo [vedi];
Ś lĺexcŔptio doli [vedi];
Ś lĺin ýntegrum restit¨tio ob dolum [vedi].
Era usuale garantire la controparte con una ôclausula doliö, cioŔ con una promessa assunta nella forma della ôstipulatioö [vedi].
Era considerato illecito il ôpactum ne dolum prŠsteturö cioŔ di esclusione della responsabilitÓ per ôdolus malusö.
Ľ Criterio di imputazione della responsabilitÓ [cfr. artt. 1218, 1225, 1228-1229, 2043 c.c.; 42, 43 c.p.].
Quale criterio di imputazione della responsabilitÓ per inadempimento contrattuale, o da fatto illecito, il (Ś) rilevava solo nella configurazione di dolus malus (od anche dolus prŠsens), cioŔ quale accertata intenzionalitÓ di non adempiere lĺobbligazione o di commettere un fatto illecito.
In particolare, in ambito contrattuale, si ritenne che il (Ś) fosse normale criterio di imputazione della responsabilitÓ per i casi in cui unĺobbligazione fosse sorta nellĺesclusivo interesse del creditore: in questo caso il debitore era responsabile solo dellĺinadempimento derivante da (Ś), mentre in tutti gli altri casi, il criterio dĺimputazione normale era la culpa levis [vedi].
Sempre in tema contrattuale, il diritto postclassico equipar˛ il (Ś) alla culpa lata [vedi].
Si Ŕ dunque visto che diverso dal dolo negoziale Ŕ il dolo quale elemento psicologico: la distinzione non fu avvertita con pienezza in diritto romano, nel quale i profili civilistici e quelli penalistici erano spesso oggetto di commistioni. Con mentalitÓ giuridica contemporanea, potremmo distinguere:
Ś dolo vizio della volontÓ (fonte di annullabilitÓ del negozio giuridico);
Ś dolo quale elemento psicologico rilevante in tema di responsabilitÓ civilistica (contrattuale, extracontrattuale, precontrattuale);
Ś dolo quale criterio di imputazione del reato (rilevante, pertanto, ai fini della responsabilitÓ penale).