Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
C4 Codice di Procedura Penale - Annotato con la Giurisprudenza + Appendice di aggiornamento novembre 2020<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >Settembre 2020 XXVII, pag. 2272 € 65,00</span> 503/3 Codice Penale e di Procedura Penale Minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXXV Settembre, pag. 1824 € 25,00</span> 511/1 Quattro Codici Minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XVIII, pag. 1824 € 26,00</span> E4/A Codice di Procedura Penale Esplicato minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXIII Settembre, pag. 992 € 20,00</span> 7 Manuale di Diritto Processuale Penale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXVII, pag. 880 € 36,00</span> 63 Scuole di Specializzazione per le professioni legali - Quiz<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XVII, pag. 560 € 35,00</span> 63/1 Scuole di Specializzazione per le Professioni Legali - Manuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XVII, pag. 960 € 40,00</span>
Maastricht
Macchiatico
Mafia
Magazzini generali
Maggioranza
Maggiore età
Maggioritario
Magistrato delle acque
Magistratura
Mala fede
Mala fides superveniens non nocet
Malitia supplet aetatem
Maltrattamenti
Mancia
Mandato
Manifestazione del pensiero
Manipolazione genetica
Manomorta
Mansioni
Mantenimento
Manutenzione
Marchio
Mare territoriale
Marketing
Massa ereditaria
Massima giurisprudenziale
Massimario
Massoneria
Mater semper certa est, pater numquam
Maternità
Matrimonio
Maxi-processo
Mediazione
Medico
Membri del Parlamento
Memorie
Mercato del lavoro
Merchandising
Mercuriale
Merito della causa
Messa in mobilità
Metodo democratico
Mezzadria
Mezzi di prova
Mezzi di ricerca delle prove
Millantato credito
Minaccia
Minicooperative
Minimi tabellari
Minimo salariale
Ministero
Ministro
Minoranze etniche e linguistiche
Minore età
Minori
Misuratori fiscali
Misure
Mobbing
Mobilità
Modelli
Modello
Modi di acquisto della proprietà
Modus (o onere)
Molestia
Molestie sessuali sul luogo di lavoro
Monarchia
Monitorio
Monopolio
Monte Titoli
Mora
More uxorio
Morte
Mortis causa
Motivo
Movimenti di liberazione nazionale
Mozione
Multa
Multa penitenziale
Multinazionale
Multiproprietà
Municipi
Mutatio libelli
Mutua assicuratrice
Mutuo


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Arresto (d. proc. pen.)
L'art. 13 della Costituzione sancisce l'inviolabilità della libertà personale; ne ammette la limitazione ad opera dell'Autorità Giudiziaria nei soli casi previsti dalla legge. In casi eccezionali, la Polizia Giudiziaria, per finalità di pubblica sicurezza, può adottare provvedimenti provvisori da assoggettare a convalida dell'Autorità Giudiziaria entro il termine perentorio di 96 ore.
Il Codice di procedura penale prevede strumenti limitativi della libertà personale che vanno sotto il nome di (—) e fermo [Arresto].
L'arresto consiste in una privazione temporanea di libertà di competenza esclusiva della P.G. L'arresto in flagranza rappresenta la prima forma di carcerazione preventiva. Si ripartisce in obbligatorio e facoltativo a seconda che la sua attuazione costituisca un atto dovuto o discrezionale.
In ogni caso, presupposto comune è la flagranza del reato [Flagranza], ravvisandosi tale nozione nella sorpresa del soggetto nell'atto di commettere il reato, ovvero, nell'inseguimento, ad opera della P.G., della persona offesa o di altre persone, effettuato subito dopo il reato, o nella sorpresa del reo con cose o tracce dalle quali appaia che egli abbia commesso il reato immediatamente prima (cd. quasi flagranza) (art. 382 c.p.p.).
Per la previsione obbligatoria di arresto deve trattarsi sempre di delitti non colposi, punibili con la reclusione non inferiore nel minimo a cinque anni, purché il massimo raggiunga i 20 anni, o di reati ivi espressamente menzionati, individuati per le loro caratteristiche di salvaguardia dell'ordine costituzionale, della sicurezza collettiva e dell'ordinato vivere civile (art. 3802 c.p.p.).
L'altra ipotesi di arresto, quella facoltativa, è strutturata secondo una duplice previsione: una generale, che attiene alla misura della pena prevista dal Codice penale (misura più alta, pari ad almeno 5 anni, per i delitti colposi; e più bassa, superiore a 3 anni, sempre nel massimo edittale, per i delitti non colposi) ed una elencazione analitica, di natura tassativa, effettuata secondo il titolo dei reati e quindi sulla base della qualità criminale degli stessi. Per tali reati, è stata esclusa la facoltà di arresto da parte dei privati.
L'arresto facoltativo in flagranza è, altresì, escluso nei confronti della persona che, nella fase delle indagini preliminari, renda informazioni false o rifiuti di renderle (art. 381, n. 4bis); tale disposizione va direttamente collegata alla riforma dell'art. 371bis c.p. (False informazioni al P.M.).
Deve infine segnalarsi che il D.L. 27-7-2005, n. 144 (cd. decreto Pisanu), conv. in L. 31-7-2005, n. 155, ha introdotto alcune modifiche agli artt. 380 e 381 c.p.p. al fine di ampliare le ipotesi di arresto (obbligatorio e facoltativo) nei casi di reati commessi per finalità di terrorismo internazionale.