Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
526/A Concorso Scuola dell’Infanzia e Primaria - Manuale completo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 III, pag. 800 € 44,00</span> PK35 Maturità Scienze Umane<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2015 , pag. 224 € 9,00</span> W23 Storia del Cinema<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2009 , pag. 128 € 8,00</span> W53 Sociologia dell'organizzazione<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2010 , pag. 128 € 8,00</span> W42 Psicologia Clinica<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span> W43 Psicologia Sociale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span>
Wahnstimmung
Watson, John
Waxman-Geschwind
Weber-Fechner
Wechsler Adult Intelligence Scale (WAIS)
Wechsler Intelligence Scale for Children (WISC)
Wechsler-Bellevue
Wernicke
Wertheimer, Max
West
Whorf
Winnicott, Donald
Wundt, Wilhelm



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario di Scienze Psicologiche
Wernicke [malattia di]
Consiste in una polioencefalite emorragica superiore caratterizzata da nistagmo, paralisi dei nervi abducenti e dei movimenti oculari coniugati, andatura atassica e stato confusionale. I sintomi hanno di solito un esordio improvviso e possono verificarsi singolarmente o, più spesso, in associazioni e combinazioni diverse. È dovuta a una carenza nutrizionale, più specificamente a un deficit di tiamina, e si osserva per lo più, ma non esclusivamente, negli alcolisti. Le alterazioni anatomopatologiche descritte da W. consistevano in emorragie puntiformi, per lo più localizzate a livello della sostanza grigia che circonda il terzo e quarto ventricolo e l'acquedotto di Silvio; queste alterazioni erano di natura infiammatoria e si presentavano inoltre circoscritte alla sostanza grigia da cui la definizione di polioencephalitis hemorrhagica superioris. Nei pazienti alcolisti e con carenze nutrizionali, è di solito associata alla psicosi di Korsakoff. In altri termini, la psicosi di Korsakoff è l'espressione psichica della malattia di W. Per questa ragione e per altre, la definizione di malattia di W. dovrebbe essere riservata a quel complesso di sintomi che include paresi oftalmica, nistagmo, atassia e uno stato apatico confusionale acuto. Il complesso di sintomi che include sia le manifestazioni della malattia di W. sia il disturbo persistente o stabilizzato dell'apprendimento e della memoria viene correttamente inquadrato come sindrome di Wernicke-Korsakoff. In più dell'80% dei pazienti affetti da sindrome di Wernicke-Korsakoff è possibile rilevare la presenza di segni di sofferenza dei n. periferici di solito non grave. Sono inoltre frequenti segni di alterazioni cardiovascolari (tachicardia, dispnea da sforzo, ipotensione ortostatica). L'ipotensione posturale e la sincope sono eventi comuni nella malattia di W., forse dovuti all'alterazione del sistema nervoso autonomo. Altre disfunzioni spesso correlate possono essere un'alterazione nella capacità di distinguere gli odori e un'alterazione della funzionalità vestibolare, denominata paresi vestibolare. Il tasso di mortalità durante la fase acuta di malattia è del 17% circa, per lo più attribuibile a infezioni, scompenso epatico da cirrosi o deficit irreversibile di tiamina. I pazienti che migliorano rispondono al trattamento specifico (somministrazione di tiamina) in modo abbastanza prevedibile. Il miglioramento più evidente si verifica a partire dalle manifestazioni oculari, entro poche ore o alcuni giorni dalla somministrazione di tiamina. Tale effetto è così costante che la presenza di paralisi oculari che non rispondono alla tiamina dovrebbe far insorgere dubbi sulla diagnosi di malattia di W. Anche i sintomi iniziali di tipo mentale, come ad esempio l'apatia, la sonnolenza, l'indifferenza e l'incapacità di concentrarsi e di sostenere una conversazione, scompaiono rapidamente dopo terapia. Il miglioramento dell'atassia risulta più tardivo; tuttavia, il 60% dei pazienti non guarisce completamente, persistendo un'andatura lenta e barcollante.