Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
17/4 Compendio di Storia del Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 V, pag. 288 € 15,00</span> 21/2 Compendio di Isitituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VI, pag. 256 € 18,00</span> 21/3 Schemi & Schede di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 III, pag. 160 € 10,00</span> 583 Dizionario Giuridico Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 VI, pag. 560 € 15,00</span> 21 Il nuovo Manuale di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 VII, pag. 528 € 22,00</span> 17 Il nuovo Manuale di Storia del Diritto Romano (Diritto pubblico romano)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 V, pag. 272 € 20,00</span> IP9 Ipercompendio Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 III, pag. 240 € 10,00</span> W18 Storia del Diritto Medioevale e Moderno<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 160 € 10,00</span>
Rachimburgi
Rachis
Ragion di Stato
Raniero (Arsendi) da Forlì
Rappresaglia
Raschimburgs
Re fannulloni
Realismo giuridico
Recesvindo
Recezione
Rectores
Reformatores
Regalie
Regalismo
Reginone
Regni romano-barbarici
Regno d’Italia
Regno italico
Renovatio imperii
Reports
Repubblica
Repubblica cisalpina
Repubblica cispadana
Repubblica di Salò
Repubblica partenopea
Repubblica romana
Repubblica sociale italiana
Rerum novarum
Rescripta
Resistenza
Respublica Christiana
Restaurazione
Retrofeudo
Révigny (Jacques de)
Rezia
Ricognizione feudale
Riforma della Chiesa
Riforma gregoriana
Riforma protestante
Riforme murattiane
Rinascimento giuridico
Ripuari
Ritus magnae Curiae vicariae
Ritus magnae regiae Curiae et totius regni Siciliae Curiarum
Ritus regiae Camerae summariae
Rivoluzione francese
Rogadia
Rogerio
Rolandino de’ Passaggieri
Romano-germanico
Romolo Augustolo
Roncaglia
Rota romana
Rotari
Rousseau Jean-Jacques
Royal assent
Ruggiero II
Rule of law



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo
Riforma protestante

Movimento religioso sviluppatosi nell’Europa occidentale durante il secolo XVI ma i cui prodomi risalgono ai secoli XII-XV. Esso si originò dalle esigenze di riforma delle dottrine e dei costumi della Chiesa di Roma e portò ad un distacco da quest’ultima da parte delle popolazioni di razza germanica ed alla nascita di Chiese nazionali o libere.
Protagonisti furono Lutero [vedi] in Germania, Zwingli nella Svizzera tedesca, Calvino nella Svizzera francese e nell’Europa nord-occidentale.
Il problema di una riforma della Chiesa era, in realtà, considerato fin dal Medioevo uno dei principali problemi della cristianità occidentale. Già nel corso del secolo XIV era stata invocata da più parti la necessità di una rinascita dell’originario spirito cristiano e di un risanamento morale del corpo ecclesiastico. Per molti aspetti si trattava essenzialmente di mettere in atto una riforma morale, ma, sotto altri punti di vista non ci si poteva limitare soltanto a una riforma dei costumi e ad una generica rinascita della devozione religiosa: ci si doveva indirizzare decisamente verso una riforma delle strutture fondamentali della Chiesa stessa. Il vasto rinnovamento spirituale, promosso nei diversi paesi europei dagli umanisti durante tutto il XVI secolo, influenzò profondamente anche la coscienza religiosa degli ambienti più colti e raffinati del continente, diffondendovi l’ispirazione ad un rinnovamento della vita ecclesiastica che corresse in parallelo a quello avvenuto nel campo degli studi in genere.
Diffuso era il malcontento per la politica papale degli ultimi decenni. In effetti, la Roma rinascimentale appariva più come una capitale di sovrani temporali che il centro della vita religiosa dell’Europa occidentale. Il clero possedeva enormi ricchezze e disponeva di rendite vastissime.
In una situazione di questo genere, la concessione delle indulgenze per la liberazione delle anime del Purgatorio, accompagnata da offerte di denaro alla Chiesa, assumeva sempre più l’aspetto di una vera e propria transazione finanziaria.
Le stesse banche guadagnavano enormi cifre anticipando ai papi le somme loro necessarie e prendendo in appalto la vendita delle indulgenze. A causa di tutto questo, ogni aspirazione riformatrice o qualunque trasformazione della società ispirata agli ideali evangelici non poteva non acquisire anche un carattere politico ed economico-sociale.
La (—) solitamente si fa iniziare con la pubblicazione (1517) delle 95 tesi teologiche da parte di Lutero. In esse si negava la salvezza per mezzo delle opere e si affermava il principio che la sola fede, frutto della grazia, è efficace; si proclamava la negazione del culto dei Santi, del Purgatorio e delle indulgenze; si condannavano i voti sacerdotali e di clausura, affermandosi la necessità di sacerdozio universale dei fedeli.
Quasi in contemporanea al mite riformatore luterano, ebbe il suo sviluppo l’opera del riformatore francese Calvino a Ginevra. Egli fu profondamente convinto che l’opera della Riforma non poteva essere scissa da un rinnovamento culturale, che iniziasse con la formazione di un corpo di ministri del culto moralmente irreprensibili e accuratamente istruiti. Seguendo le orme delle correnti religiose più radicali, Calvino rifiutò la subordinazione luterana della Chiesa allo Stato, sottoponendo anzi sia lo Stato sia la società civile al giudizio del Vangelo. In sostanza, il calvinismo vagheggiava una società di asceti che vivono nel mondo e in esso operano, attribuendo ad ogni atto della propria vita un valore religioso.