Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
21/3 Schemi & Schede di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 III, pag. 160 € 10,00</span> 583 Dizionario Giuridico Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 VI, pag. 560 € 15,00</span> 21 Il nuovo Manuale di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 VII, pag. 528 € 22,00</span> 17 Il nuovo Manuale di Storia del Diritto Romano (Diritto pubblico romano)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 V, pag. 272 € 20,00</span> IP9 Ipercompendio Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 III, pag. 240 € 10,00</span> 21/2 Compendio di Isitituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2015 VI, pag. 256 € 18,00</span> 17/4 Compendio di Storia del Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2014 IV, pag. 288 € 17,00</span> W18 Storia del Diritto Medioevale e Moderno<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 160 € 10,00</span>
Cabinet
Cadi
Calvinismo
Camera apostolica
Camera dei Comuni
Camera dei fasci e delle corporazioni
Camera dei Lords
Camerario (o Camerlengo)
Campo di maggio (o di marzo
Campoformio
Cancellarius
Cancelleria
Cancelleria apostolica
Cancelleria di Stato
Cancelleria [Corte della]
Cancelliere
Cancelliere dello Scacchiere
Cancelliere federale
Canone
Capetingi
Capitanata
Capitaneus
Capitaneus feudale
Capitano del popolo
Capitolare
Capitolazione
Capitudini
Capitula et ordinationes curiae maritimae nobilis civitatis amalphae
Capitula legibus addenda
Capitula per se scribenda
Capitulare Italicum
Cardinale Deusdedit
Caristicario
Carlo Alberto
Carlo di Tocco
Carlo Emanuele III
Carlo Felice
Carlo I d’Angiò
Carlo II d’Angiò
Carlo II il Calvo
Carlo III di Borbone
Carlo Magno (o Carlo I Magno)
Carlo V d’Asburgo
Carolina
Carolingi
Carroccio
Carta de logu
Carta del lavoro
Cartesianesimo (o Cartesianismo)
Cartesio
Cartulario tou sakellíou
Cartularium
Case law
Casellario giudiziale
Casus
Casus foederis
Catapano (o catepano)
Catasto
Cateau-Cambrésis
Catepanato d’Italia
Cattaneus
Cattolicità
Causidico
Cautelae
Cavalleria
Cawarfidae
Cento anni
Certiorari
Cervidio Scevola
Cesarismo
Cesaropapismo
Chancery
Charta
Chartularium langobardicum
Chindasvindo
Cino Sighibuldi da Pistoia
Cipolla
Cisalpina
Cispadana
Citazioni
Citramontani
Cittadinanza
Civil Law
Clan
Clementinae
Clodoveo
Code d’instruction criminelle
Code Napoléon
Code pénal del 1810
Codex
Codex Gai veronensis
Codex iuris canonici
Codice
Codice albertino
Codice civile del 1865
Codice civile del 1942
Codice di commercio del 1882
Codice di diritto canonico
Codice di procedura civile del 1865
Codice di procedura penale del 1865
Codice di procedura penale del 1913
Codice di procedura penale del 1930
Codice Ermogeniano (o Epitome Iuris)
Codice Estense
Codice Euriciano
Codice Gregoriano
Codice penale del 1889
Codice penale del 1930
Codice Rocco
Codice Teodosiano
Codice Zanardelli
Codici penali sardi
Codificazione
Collaterale
Collectio canonum
Collectio canonum Anselmo dedicata
Collectio canonum del Cardinale Deusdedit
Collectio Gaudenziana
Collectio Hispana
Collectio notabilium
Collegantia
Collezione Dionisiana
Collezione greca delle Novelle
Collezione Isidoriana
Collezione Ispanica
Colonato
Coloni
Comes
Comes Palatii
Comitato
Commemoriali
Commenda
Commendatio
Commendato
Commentatori
Common Law
Communis opinio
Compagnia di Gesù
Compilationes antiquae
Compositio
Comunalia
Comune medievale
Comunità delle genti cristiane
Comunità di mestieri
Concerto europeo
Concettualismo
Concilio di Basilea
Concilio di Nicea
Concilio di Trento
Concilio ecumenico
Concilio fiorentino
Concordato di Worms
Concordato ecclesiastico
Concordia discordantium canonum
Conestabile (o Connestabile)
Confino di polizia
Confugio
Congregatio populi
Congresso di Vienna
Consiglio collaterale
Consiglio dei Dieci
Consiglio del Fascismo
Consiglio maggiore
Consiglio minore
Consiglio nazionale delle Corporazioni
Consilia
Console
Consolidazione
Constitutio
Constitutio criminalis Carolina
Constitutio de feudis
Constitutio puritatem di Federico II
Constitutio romana
Constitutiones Augustales
Constitutiones Marchiae Anconitanae
Constitutiones melphitanae
Constitutiònes prìncipum
Constitutiones Regni Siciliae
Constitutum Costantini
Constitutum Pisanum
Consuetudine
Consuetudines neapolitanae
Consul
Consultatio veteris cuiusdam iurisconsulti
Consultori
Contea
Contratto sociale
Contrattualismo
Controriforma
Coroner
Corporativismo
Corporazioni
Corpus iuris canonici
Corpus iuris civilis
Corrado II il Salico
Correctores statutorum
Corte
Corte dei Pari
Cortes
Corvée
Costantino
Costantino [donazione di]
Costanza
Costanzo
Costituente
Costituzionalismo
Costituzione civile del clero
Costituzione per la pace pubblica
Costituzioni egidiane
Costituzioni modenesi del 1771
Costituzioni piemontesi
Court
Court of Chancery
Court of Common Pleas
Court of Exchequer
Court of King’s Bench
Coutume
Criticismo
Croce Benedetto
Crociate
Cubicularii
Cuiacio Jacopo
Culti
Cum pro munere
Cuoco Vincenzo
Curia
Curia regis
Curia romana (o pontificia)
Curtis



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo
Codice albertino

Codice civile piemontese, promulgato da Carlo Alberto [vedi] il 20 giugno 1837.
Nel 1831 il sovrano aveva annunciato un programma di riforme amministrative; nello stesso anno nominò una commissione legislativa, composta da magistrati e da giuristi e presieduta dal ministro della giustizia Barbaroux. Tale organo fu diviso in quattro sezioni: legislazione civile, procedimento civile, leggi commerciali, materie penali [vedi Codici penali sardi]. La sezione per le leggi civili preparò un progetto sulla base del Code Napoléon [vedi] e di altri codici italiani. Tale progetto fu sottoposto all’esame dei tribunali supremi, della camera dei conti e del consiglio di Stato. Le lunghe discussioni in tali consessi ritardarono i tempi dell’approvazione. Dopo sei anni di serrati confronti, la volontà di Carlo Alberto e del ministro Barbaroux portò all’approvazione del codice civile, in vigore dal 1° gennaio 1838 (per i soli Stati di terraferma, quindi con esclusione della Sardegna).
Il (—) seguiva la tripartizione del Code Napoléon (persone; diritti reali; successioni e contratti). Conteneva un titolo preliminare in cui, insieme alle regole di pubblicazione e di applicazione delle leggi, vi era una professione di fede cattolica. L’ultimo articolo (2415) abrogava tutto il diritto anteriore (sia scritto, sia consuetudinario) nelle materie oggetto del (—), salvo nei casi richiamati dal codice stesso. Pur ispirandosi al codice francese, se ne differenziava in diversi tratti. Ad esempio, i diritti delle donne nella successione erano inferiori rispetto a quelli degli uomini. La disciplina della condotta delle acque nei confronti di agricoltura e industria fu considerata, al contrario, all’avanguardia ed imitata da altri Paesi.
Al (—) seguirono diverse leggi complementari: sull’erezione dei maggioraschi (ottobre 1837); sull’espropriazione delle opere di pubblica utilità (aprile 1839); sulle miniere e cave (giugno 1840).
Nell’agosto del 1848 il (—), insieme ad altri codici e legislazioni, ebbe vigore anche per la Sardegna. Nel 1859 fu operante in Lombardia; con il processo d’unificazione il (—) fu progressivamente esteso all’Emilia, alle Marche, all’Umbria. Non avvenne lo stesso per la Toscana e per il Regno di Napoli, dove rimasero in vigore le legislazioni civili precedenti, purché non in contrasto con lo Statuto albertino [vedi], in attesa di una legislazione uniforme per tutta l’Italia. Ciò avvenne con l’approvazione del codice civile del 1865 [vedi], in vigore dal 1° gennaio 1866.