Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
526/A Concorso Scuola dell'Infanzia e Primaria<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 II, pag. 752 € 42,00</span> PK35 Maturità Scienze Umane<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2015 , pag. 224 € 9,00</span> W23 Storia del Cinema<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2009 , pag. 128 € 8,00</span> W53 Sociologia dell'organizzazione<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2010 , pag. 128 € 8,00</span> W42 Psicologia Clinica<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span> W43 Psicologia Sociale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span> W40 Psicologia generale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II Edizione, pag. 128 € 9,00</span>
Padre
Panico
Panico
Panpsichismo
Pansessualismo
Papez
Parafilie
Parafrenia
Paralisi
Paranoia
Patografia
Paura
Pavlov, Ivan Petrovic?
Pedagogia
Pedofilia
Pene
Pensiero
Percezione
Percezione
Persecuzione
Persona
Personalità
Personalità
Personificazione
Perversione
Piacere
Piaget
Piaget, Jean
Poetzl
Preconscio
Preedipico
Pregenitale
Pregiudizio
Pregnanza
Pregrafismo
Prelogico
Prensione
Primitivo
Privazione
Processi
Profilo
Profondo
Proiezione
Prossemica
Protesta virile
Pseudoallucinazione
Psiche
Psichiatria
Psichiatria d’urgenza
Psicoanalisi
Psicochirurgia
Psicodinamica
Psicodramma
Psicofarmacologia
Psicofisica
Psicofisico
Psicogenesi
Psicogeno
Psicologia
Psicologia analitica
Psicologia animale
Psicologia applicata
Psicologia clinica
Psicologia commerciale
Psicologia comparata
Psicologia comprensiva
Psicologia culturale
Psicologia del lavoro
Psicologia del profondo
Psicologia del Sé
Psicologia della forma
Psicologia della massa
Psicologia della musica
Psicologia della percezione
Psicologia della personalità
Psicologia della religione
Psicologia delle organizzazioni
Psicologia delle risorse umane
Psicologia dello sport
Psicologia dello sviluppo
Psicologia dell’apprendimento
Psicologia dell’arte
Psicologia dell’età evolutiva
Psicologia dell’Io
Psicologia descrittiva
Psicologia differenziale
Psicologia dinamica
Psicologia fenomenologica
Psicologia filosofica
Psicologia forense
Psicologia generale
Psicologia individuale
Psicologia industriale
Psicologia medica
Psicologia militare
Psicologia nell’arte
Psicologia oggettiva
Psicologia politica
Psicologia rogersiana
Psicologia scolastica
Psicologia sessuale
Psicologia sistemica
Psicologia sociale
Psicologia sperimentale
Psicologia storica
Psicologia transculturale
Psicologia transpersonale
Psicologia umanistica
Psicologismo
Psicometria
Psicomotricità
Psicopatia
Psicopatologia
Psicosi
Psicosi indotte
Psicosocioanalisi
Psicosociologia
Psicosomatica
Psicoterapeuta
Psicoterapia
Pubertà
Puer aeternus
Pulsione
Pulsione
Punizione



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario di Scienze Psicologiche
Psicofarmacologia
Branca della farmacologia che si occupa di chiarire, sperimentalmente e a fini terapeutici, l'azione delle sostanze chimiche sulle funzioni psichiche superiori. Nata agli inizi degli anni Cinquanta, la p. si avvale dell'apporto di molti ambiti disciplinari come la biochimica, la genetica, la psicofisiologia. Oggi si è persuasi che gli psicofarmaci abbiano un'azione più sintomatica che causale, nel senso che l'andamento del disturbo psichico risulta modificato più nelle sue manifestazioni esteriori che nelle sue dinamiche profonde. La classificazione degli psicofarmaci è un problema alquanto controverso, fondamentalmente per due ragioni: perché le classificazioni strettamente farmacologiche non corrispondono alle distinzioni cliniche; e perché le classificazioni basate sull'attività clinico-terapeutica sono relative, dato che questi farmaci hanno una serie di azioni distinte che si ritrovano in gruppi diversi. Sono stati adottati criteri di: classificazioni di tipo pragmatico, che, in base all'effetto terapeutico, dividono gli psicofarmaci in inibitori psichici, attivatori psichici e simulatori di psicosi; di tipo psicofisiologico, che, in base all'effetto sulle attività del sistema nervoso, dividono gli psicofarmaci in neurolettici, antipsicotici, ansiolitici, psicotogeni e antidepressivi; di tipo clinico, che prevede una distinzione in psicolettici, psicoanalettici e psicodislettici.
1) Psicolettici. Sono farmaci che producono rilassamento e depressione dell'attività psichica; si dividono in timolettici e noolettici. I timolettici comprendono i neurolettici che svolgono un'attività antipsicotica, e i tranquillanti. I neurolettici rispondono a cinque proprietà cliniche: creazione di uno stato di indifferenza psicomotoria, efficacia nella riduzione degli stati di eccitamento e agitazione, diminuzione progressiva di sintomi acuti e cronici delle psicosi, produzione di sintomi extrapiramidali e neurovegetativi, prevalenza di effetto sottocorticale. I più noti sono la resurpina, con effetto antimaniacale; la fenotiazine, con azione antidelirante e antiallucinatoria; i toxanteni, con effetto antidepressivo; i butirrofenoni, utilizzati in presenza di manifestazioni maniacali dato che riducono l'agitazione, la motilità. I tranquillanti sono sostanze che riducono l'ansietà patologica, la tensione e l'agitazione, senza effetto terapeutico sul disturbo dei processi cognitivi e percettivi. Hanno un'azione sull'eccitamento psicotico e non provocano fenomeni neurologici. I più noti sono gli alcandioli a effetto ansiolitico moderato, con rilassamento muscolare; e le benzodiazepine, che diminuiscono i livelli d'ansia nevrotica. I noolettici sono farmaci che abbassano il livello di vigilanza, deprimono le funzioni mentali e inducono il sonno. Tra i più noti abbiamo i barbiturici, che sono degli ipnotici impiegati come sedativi, ansiolitici; e riduttori dell'eccitamento psicomotorio.
2) Psicoanalettici. Sono farmaci che stimolano l'attività psichica e si distinguono in timoanalettici o antidepressivi, e nooanalettici o neurostimolanti. I timoanalettici agiscono sul tono dell'umore che tendono a elevare, sulle espressioni del pensiero che tendono a ravvivare, oltre a un effetto ansiolitico e a un effetto stimolante sull'azione di vigilanza con conseguente produzione dell'insonnia. I neurostimolanti stimolano lo stato di vigilanza, diminuiscono il senso di stanchezza fisica e mentale. Il gruppo più importante è quello degli anfetaminici che, oltre agli effetti positivi sulle prestazioni fisiche e intellettuali, comportano una diminuzione sulle capacità associative e, a lungo andare, una dipendenza.
3) Psicodislettici. Sono farmaci che turbano l'attività mentale, come la mescalina, l'LSD e la psilocibina. Un tempo utilizzati nell'ambito di alcune tecniche psicoterapiche, attualmente vengono considerati delle droghe.